Genshin Impact, il provato su PS4 22

Genshin Impact, l'action RPG sviluppato da MiHoYo, è tornato con una demo su PS4

PROVATO di Alessandra Borgonovo   —   05/07/2020

Indice

Se c'è una cosa che non si può negare a Genshin Impact è la capacità di dare all'utente un motivo per giocare ancora un po': mezz'ora che diventa un'ora, poi due perché c'è sempre un forziere poco più in là del punto in cui abbiamo promesso a noi stessi di salvare e spegnere. O una prova da superare, magari un boss impegnativo da abbattere nella speranza che la ricompensa sia massiccia tanto quanto le sue dimensioni. Insomma a modo suo, senza reinventare nulla, l'action RPG sviluppato da MiHoYo intrattiene facendo leva sulla continua tentazione cui cedono spesso gli appassionati del genere. Abbiamo già avuto modo di parlarne circa tre mesi fa grazie alla closed beta per PC e, lo mettiamo subito in chiaro, la demo PS4 non differisce in nulla: anzi, sotto alcuni aspetti è persino inferiore e si dimostra una trasposizione piuttosto pigra di quanto visto in precedenza. Questa volta però siamo riusciti a spingerci più a fondo nella demo, pur rimanendo ai margini della storia principale, per dare un occhio a cosa si nasconde sotto la superficie. Ne è emersa un'esperienza che, al di là delle ispirazioni a The Legend of Zelda: Breath of the Wild, diverte e intrattiene.

Pensare fuori dagli schemi

L'aspetto più intrigante di Genshin Impact è senza dubbio la possibilità di gestire gli elementi a nostro piacimento per creare combinazioni efficienti e letali all'occorrenza. Ce ne sono sette ma ne abbiamo sbloccati solo quattro, "accontentandoci" di controllare i personaggi principali fino a Lisa per mettere a frutto la loro sinergia in situazioni diverse e con altrettante pressioni: ad esempio, le prove a tempo che occasionalmente potrebbero mettersi tra noi e l'obiettivo di una missione, o anche solo essere una condizione da soddisfare per ottenere uno dei tanti forzieri sparsi per il mondo di gioco. Abbiamo combinato fuoco, aria, ghiaccio ed elettricità in qualunque modo ci venisse in mente, spesso andando a intuito mentre in altri casi affidandoci alla fortuna - che non sempre ci ha sorriso, va detto. Dai nemici comuni ai boss, del nostro livello o persino qualcuno di più (e il peso si sente), a volte sfruttando quello che l'ambiente o i nemici stessi già mettevano a disposizione, altre invece creandoci l'occasione ad hoc: ad esempio dare fuoco all'erba e utilizzare poi il potere del vento per creare un'ondata di fuoco nella direzione degli Hilichurl, i principali ma non unici mostri che abbiamo combattuto girovagando. La continua necessità di cambiare personaggio, tenendo a mente quali effetti si vengono a creare combinando due specifici elementi, è l'aspetto che rende gli scontri di Genshin Impact coinvolgenti soprattutto quando sono affollati. Abbiamo anche notato come la tattica dell'isolare un nemico allontanandolo dal gruppo si rivela efficace fino a un certo punto, poiché superata una soglia invisibile entro la quale è ostile ci volta le spalle e, incurante dei colpi che gli infliggiamo a tradimento, torna alla sua posizione. Sarebbe da vedere come un vantaggio, se solo le creature non recuperassero del tutto la vita una volta tornate al loro posto. Spesso dunque la soluzione è restare nel vivo dello scontro e dimostrarsi più creativi e reattivi possibile rispetto ai nemici.

Menare fendenti o lanciare magie a casaccio può portarci a vincere solo se la disparità di livello tra noi e i nemici è evidente: in caso contrario questo spinge solo lo scontro a protrarsi all'infinito, perché anche gli avversari ragionano come potremmo fare noi. Cercano dunque di combinare gli elementi per infliggerci alterazioni di stato, oppure si occupano di curare ad area gli alleati vanificando magari gli sforzi compiuti fino allora. Nella sua relativa semplicità soprattutto per quanto riguarda il combattimento con le armi, i personaggi non dispongono di abilità particolari ma concatenano una serie di colpi pre-impostati premendo sempre il tasto di attacco, ogni scontro che non sia solamente 1vs1 va approcciato con una certa logica.

Genshin Impact Ps4 01

Avventurieri di professione

Per mantenere la sfida sempre adeguata, o probabilmente per spingerci a esplorare ogni centimetro di Tevyat, dopo la prima missione principale il resto della storia si aprirà a noi soltanto raggiungendo di volta in volta un determinato livello avventuriero - diverso dal livello del singolo personaggio. Ci sono numerosi modi per ottenere esperienza e così incrementarlo, ognuno di questi ci porta più in là nel nostro peregrinare mettendo alla prova le nostre abilità in diversi modi: nulla di impegnativo ma stuzzicante abbastanza da spingerci a obbedire al gioco e alle sue semplici regole. Potremmo volere dar retta a una studiosa di passaggio e aiutarla a sbloccare il sigillo al Cimitero delle Spade, aiutando la ricerca e anche noi stessi accaparrandoci il tesoro che vi è custodito. Oppure sbloccare le statue degli dei e venerarle consegnando le giuste offerte che possiamo trovare sparse ovunque sul territorio, non sempre in punti facili da raggiungere. Aprire forzieri o attivare punti di teletrasporto contano a loro volta come piccoli ma significativi passi avanti nell'accumulo di esperienza ma, nel complesso, uno fra gli approcci più remunerativi dopo le eventuali missioni secondarie è senza dubbio la Gilda degli Avventurieri.

Una volta ottenuto il Manuale dell'Avventuriero avremo accesso a due sezioni: quella dedicata all'esperienza, suddivisa in capitoli da completare singolarmente per accedere al successivo, e quella dei boss utile invece per ottenere, con una certa dose di fortuna, materiali o equipaggiamenti di un certo pregio. Gli incarichi legati all'accumulo di esperienza comportano una certa dedizione e soprattutto un'approfondita esplorazione del mondo di gioco poiché potrebbero variare da "apri un certo numero di forzieri" a "elimina questo particolare nemico", con tutte le possibili sfumature nel mezzo. Il mestiere dell'avventuriero viene preso molto seriamente a Tevyat e la progressione della storia è meno automatica di quanto si possa pensare: una variabile da tenere in considerazione quando avremo tra le mani il gioco completo, per capire se e quanto questa iniziale, divertente scampagnata possa appesantirsi andando avanti. Un grosso peso lo avrà la varietà di nemici, che nella maggior parte dei casi si riduce agli Hilichurl e agli elementali, intervallati occasionalmente da altre tipologie, e il numero di missioni secondarie tra un capitolo principale e l'altro. La mappa per come ci è stata presentata finora è grande, ricca di sfide, boss e missioni inaspettate, punteggiata da teletrasporti che rendono l'esplorazione più semplice (i tempi di caricamento non sono eccessivi): ci aspettiamo che MiHoYo sfrutti queste basi per offrire un'avventura in costante evoluzione.

Genshin Impact Ps4 02

Microtransazioni e lootbox

Come già scritto nel precedente articolo, microtransazioni e lootbox sono parte dichiarata dell'esperienza in Genshin Impact ma, avendo questa volta spinto l'avventura più in là rispetto alla closed beta, iniziamo a ben sperare che la loro presenza non sia poi così preponderante come può sembrare. Al di là di un tentativo in fase tutorial e altri due giusto per vedere se la sorte era dalla nostra (spoiler, non lo è stata), la necessità di spendere per "esprimere un desiderio", per utilizzare le terminologia del gioco, non si è fatta sentire. Certo, la tentazione di investire valuta di gioco perché in fondo quella spada bastarda da quattro stelle è veramente interessante c'è sempre, ma all'atto pratico e fin dove ci siamo spinti in questa demo, era il livello del personaggio a fare soprattutto la differenza. Non c'è dubbio che eventuali compagni come il Gran Maestro dei Cavalieri di Favonius, Jean, siano un valore aggiunto non da poco ma in questa prima fase ce la siamo cavata senza particolari problemi. La vera incognita sono le Costellazioni dei vari personaggi, la cui attivazione richiede una Stella Fortuna che può essere ottenuta con un doppione del personaggio in questione tramite i Desideri, oppure - e solo per alcuni personaggi al momento - acquistandole al negozio. Le Costellazioni sono un aspetto importante nello sviluppo del personaggio, resta da capire quanto si impongono sul proseguo del gioco.

Versione console claudicante

Veniamo infine alle note più dolenti dell'esperienza. Come abbiamo anticipato in apertura dell'articolo, la demo PS4 di Genshin Impact ci è sembrata una pigra trasposizione della closed beta su PC, con alcune aggravanti: primo su tutti il frame rate, che non si mostra mai stabile e subisce cali non indifferenti, tali al punto da bloccare il gioco per una manciata di istanti. Permane il precedente difetto per cui i personaggi non muovono la bocca nella maggior parte dei casi in cui parlano, c'è spesso e volentieri compenetrazione poligonale ma soprattutto la demo tende a crashare spesso (in una sessione di un paio d'ore ci è capitato tre volte). Insomma, ora come ora la versione console non esce a testa alta e pur essendo l'esperienza nel complesso divertente, alcuni evidenti ostacoli la rendono meno godibile di quanto sia stata la - seppur a sua volta imperfetta - controparte PC. Non c'è ancora una data di lancio precisa per Genshin Impact e, come specificato costantemente durante la partita, abbiamo giocato a una versione di prova che non è indicativa del prodotto finale: se possiamo tollerare la presenza di microtransazioni, almeno fino a che il loro peso non diventa eccessivo, la versione PS4 necessita di una revisione.

Genshin Impact Ps4 03

La nuova prova di Genshin Impact, tentennamenti tecnici a parte, ci ha lasciato con le stesse buone impressioni della prima: è un gioco che si ispira molto a The Legend of Zelda: Breath of the Wild ma si sforza di proporre qualcosa, se non innovativo, quantomeno frizzante e coinvolgente. C'è tanto da fare, tra le due città di Mondstadt e Liyue, e come spesso capita nei giochi di ruolo spenderete la maggior parte del tempo a spingervi sempre più in là con l'esplorazione lasciando la storia principale in panchina per favorire la vostra curiosità. C'è la promessa di tanto divertimento, a patto di non rendere predominante il pay to win e mantenere una certa varietà nei mostri che comunemente abitano Tevyat, e almeno in parte il dubbio sul peso delle microtransazioni è stato alleggerito.

CERTEZZE

  • Mantiene i buoni propositi iniziali
  • Il dubbio sulle microtransazioni si è alleggerito

DUBBI

  • Ma il loro peso finale è tutto da stabilire
  • Evidenti problemi tecnici da risolvere su console