Halo Infinite, l'anteprima con le novità dell'E3 2021

Halo Infinite ha fatto il suo ritorno all'E3 2021 con un assaggio della storia e una panoramica del multiplayer, adrenalinico e del tutto gratuito. Ecco l'anteprima.

ANTEPRIMA di Mattia Armani —   14/06/2021
56

La conferenza dell'E3 2021 di Microsoft è stata piuttosto intensa, complici l'arsenale di giochi di Bethesda, il gameplay di Battlefield 2042 e un paio di pezzi grossi dei Microsoft Game Studios in arrivo entro la fine dell'anno. Parliamo di Forza Horizon 5, a dir poco spettacolare, e di Halo Infinite, sceso di nuovo in campo prima con un trailer dedicato alla storia e poi con una serie di spezzoni adrenalinici presi dal comparto multigiocatore. Abbastanza per tornare a parlare in questa anteprima di Halo Infinite del nuovo capitolo di una serie che, a 20 anni dal lancio di Xbox, è ancora uno dei pilastri dell'offerta gaming di Microsoft.

Un nuovo assaggio della storia

Il ritorno sulle scene di Halo Infinite, lo diciamo subito, non ci ha lasciato pienamente soddisfatti. In una conferenza tanto importante avremmo voluto con tutto il cuore assistere all'atteso riscatto di quella prima presentazione del luglio 2020. Sia chiaro, il trailer dello scorso anno ci ha regalato anche spunti interessanti, mostrando un mondo di gioco immenso e qualche novità in quanto a gameplay, ma è franato sotto al peso di elementi realizzati in modo approssimativo, tra cui il celebre Brute battezzato Craig, risultando incapace di mantenere la promessa di Microsoft di stupirci sfruttando la potenza delle nuove console. Per questo, a un anno di distanza, ci saremmo aspettati una rivincita in grande stile, tanto più vista l'ufficializzazione della data di lancio fissata per le vacanze di Natale di quest'anno.

Ma pur rimpiangendo la mancanza di scene di gameplay prese dalla campagna del gioco, abbiamo avuto un assaggio della componente narrativa che in qualche modo tornerà a raccontarci qualcosa di Cortana. Ce lo dicono le voci nella testa del Master Chief e ce lo dice ancora più chiaramente il dialogo con l'intelligenza artificiale che, probabilmente destinata ad accompagnarci per almeno parte di Halo Infinite, avrebbe dovuto aiutarci a neutralizzarla. Qualcosa però è andato storto, come lascia intendere uno scambio di parole che sembra puntare a un possibile ritorno in campo di Cortana, in un modo o nell'altro.

Detto questo, l'unica altra emozione del trailer, al di la della qualità dell'armatura del Master Chief, arriva da una piccola panoramica iniziale che rimarca le dimensioni notevoli delle mappe di gioco, tale da arrivare fino ai confini dell'anello, dove potremo persino far volare i nemici nel vuoto dello spazio. Il tutto condito da cross-play e salvataggi unificati tra le varie piattaforme Microsoft: un vantaggio davvero impareggiabile dell'ecosistema Xbox.

Il debutto del multiplayer

Il resto del materiale mostrato è tutto al comparto multigiocatore che -sorpresa- sarà del tutto gratuito e sembra riprendere tutti i punti fermi dei capitoli precedenti. Sarà un tripudio di armi familiari, modalità come il capture the flag, mezzi contraddistinti da una fisica orientata allo spettacolo e centralità del corpo a corpo. Il tutto con un'apparente strizzata d'occhio ad Halo 3, tanto per le situazioni mostrate quanto per il ritorno del chopper. Ma si vedono anche uno SPARTAN chiamare un banshee nel mezzo di una battaglia in stile Warzone. Un modalità che, da quanto ne sappiamo grazie ai tanti rumor di queste settimane, potrebbe prevedere anche meccaniche da battle royale. Ovviamente declinate in stile Halo.

Gli spezzoni presi dal multiplayer puntano inoltre i riflettori sul rampino, usato sia per aumentare la mobilità verticale e sorprendere i nemici, sia per agganciarsi ai velivoli che passano, in modo da reclamarli. Abbastanza quindi per cambiare il gameplay, sia in termini di velocità che di possibilità di azione. Ci aspettiamo inoltre qualche altra novità, magari nella rifinitura dei controlli. Vista la natura cross-platform speriamo che 343 Industries abbia pensato a qualcosa per ridurre le differenze tra il giocare via mouse e tastiera e via pad, senza facilitare troppo nessuno dei due sistemi di controllo. Ma se non altro i possessori di Xbox Series X non avranno di che lamentarsi della fluidità, vista la promessa di 120 fps sulla nuova ammiraglia di Microsoft.

Enormi orizzonti, speriamo spettacolari
Enormi orizzonti, speriamo spettacolari

Quello che più ci preoccupa sono ovviamente il bilanciamento, punto nevralgico di un comparto multigiocatore senza dubbio complesso, e la fluidità della versione Xbox One, a quanto pare ancora prevista. Ma dovremmo avere la possibilità di verificare buona parte dei nostri dubbi piuttosto molto presto. La beta di Halo Infinite, infatti, arriverà durante l'estate e servirà probabilmente anche per mettere alla prova un'infrastruttura che nelle speranze degli sviluppatori dovrà reggere l'impatto di parecchi giocatori. D'altronde non parliamo del solo multiplayer gratuito, ma anche delle immancabili modalità cooperative che grazie al Game Pass saranno molto probabilmente prese d'assalto da parecchie persone, dando per scontato un titolo all'altezza dei capitoli precedenti in quanto a gameplay. Tanto più visto l'arrivo nel mezzo dei festeggiamenti per i 20 anni di Xbox e di Master Chief, un personaggio troppo importante per essere trascurato da una Microsoft che ha finalmente deciso di tornare a prendere sul serio i videogiochi e le sue esclusive.

Halo Infinite non si è ancora fatto perdonare il traballante debutto del 2020, ma si è comunque fatto trovare all'appuntamento con l'E3 2021 con la conferma definitiva del periodo di lancio, qualche nuovo dettaglio sulla trama e l'annuncio di un comparto multigiocatore del tutto gratuito, accompagnato da una serie di spezzoni di gioco che danno risalto, tra le varie cose, al famigerato rampino.

CERTEZZE

  • Conferma del periodo di lancio
  • Multiplayer del tutto gratuito e beta ormai vicina
  • Il rampino sembra funzionare bene nel multigiocatore di Halo
DUBBI
  • Restano i dubbi sul gameplay della campagna single player
  • Speriamo che l'eventuale ritorno di Cortana non sia forzato