No Man's Sky Outlaws: la nuova espansione è quella della svolta

Outlaws conclude quel che ha iniziato il precedente Sentinels: il completo rinnovamento del combat system del gioco

SPECIALE di Francesco Serino   —   20/04/2022
66

Il gioco Hello Games si trasforma in No Man's Sky Outlaws: questo il titolo dell'ultimissima espansione di un gioco come nessun altro, e di una storia di redenzione che non ha eguali nell'industria dell'intrattenimento.

No Man's Sky sta continuando a crescere e sempre più velocemente. Il precedente aggiornamento, Sentinel, è stato lanciato a febbraio; Outlaws arriva quindi a soli due mesi di distanza da una patch piuttosto importante, ma fortunatamente questo non ne ha minimamente limitato lo scopo. Outlaws, che si concentra essenzialmente sul combattimento tra navicelle, è un'espansione fondamentale esattamente quanto Sentinel, con la quale è stata data una svecchiata al combattimento a piedi. Con le due ultime espansioni, Hello Games ha quindi sfruttato questo inizio 2022 per rinnovare completamente il combat system del suo gioco, che dopo tanti aggiornamenti era l'unico aspetto di No Man's Sky ancora fermo ai primi mesi di vita del progetto.

Un ciclo infinito?

No Man's Sky Outlaws: le nuove solar ship sono davvero molto belle e diverse dalle altre navi già presenti nel gioco
No Man's Sky Outlaws: le nuove solar ship sono davvero molto belle e diverse dalle altre navi già presenti nel gioco

Outlaws è un'espansione importante perché chiude effettivamente un ciclo. Con il suo arrivo, No Man's Sky ha finalmente raggiunto quella stessa maturità che molti attendevano per iniziare il loro primo viaggio attraverso questo iridescente universo in divenire. Alle numerose funzioni e sottofunzioni introdotte negli anni, Outlaws aggiunge tutto il necessario per esaltare i rinnovati combattimenti spaziali, tra cui una storyline che introduce i nuovi contenuti, nuovi sistemi illegali controllati da pirati e inedite base operative che permetteranno di trafficare con merci proibite e prendere parte ad altre losche attività.

Sempre grazie a Outlaws, sarà ora possibile creare uno squadrone composto da quattro wingmen, arruolabili tra gli stessi alieni che si vedono solitamente atterrare e ripartire negli avamposti del gioco. Volare in formazione è esaltante come ve lo immaginate, lo è anche fare in modo di avere i piloti migliori e ancora meglio tutti con la stessa navicella, ma al momento la loro efficacia in battaglia è molto bassa. Aiuta avere i wingmen con noi più per i colpi che incasseranno al posto nostro, che per i danni che faranno ai nemici.

Non sottovalutate la cosa perché con la nuova espansione i nemici colpiscono molto più duramente, e sono anche diventati molto più coriacei visto che ora montano scudi energetici che andranno disabilitati prima di potergli fare dei danni reali, e si ricaricano anche piuttosto in fretta. L'approccio è piuttosto semplice, estremamente arcade, che è anche un po' una scusa per nascondere sotto a un tappeto di stelle i limiti oggettivi dell'IA, incapace di eseguire manovre leggermente più complesse.

In mezzo a quanto offre No Man's Sky va più che bene, però non aspettatevi chissà quale salto in avanti con Outlaws, che comunque porta finalmente a livelli accettabili quello che non lo era più da tempo. Di conseguenza, finalmente si torna a ricaricare gli scudi in mezzo ai combattimenti, cosa che non facevamo da diversi anni; questo significa che se attaccati da un gruppo nutrito di pirati, magari anche ben equipaggiati, non sarà più così facile salvare nave e pellaccia, e oltre a fare danno dovremo essere pronti a incassarne in quantità.

Combattimenti nell'atmosfera

No Man's Sky Outlaws: combattere a bordo della propria nave tra vallate e montagne è davvero emozionante
No Man's Sky Outlaws: combattere a bordo della propria nave tra vallate e montagne è davvero emozionante

Novità che spingono ad allestirsi un parco astronavi composto da vascelli specializzati a seconda di ciò che si vorrà fare, sfruttando al massimo anche le nuove tecnologie illegali che potremo comprare nelle stazioni fuorilegge e guadagnare combattendo contro le navi dei pirati, in grado di rendere ancora più potenti i sistemi dell'exotuta, delle astronavi e dei multi-tool. In più, come forse già saprete, con Outlaws viene introdotta una nuova classe di navicelle, le solar ship, dall'aspetto molto aggressivo, estremamente leggere e dotate di particolari vele retrattili per i viaggi spaziali. Altra novità assolutamente gradita sono i combattimenti nell'atmosfera: non solo le navi nemiche potranno inseguirci fino a sfiorare valli e montagne, ma a volte attaccheranno persino gli avamposti, seminando terrore nei villaggi. A dir la verità in questo momento un bug rende questi attacchi fin troppo frequenti, ma la patch che dovrebbe risolvere questo problema è già arrivata su Steam in versione sperimentale e presto, poche ore, sarà disponibile per tutti e su tutte le piattaforme.

Spedizione #6

No Man's Sky Outlaws: ...e non dimentichiamoci che No Man's Sky ha sulle spalle oltre sei anni di contenuti aggiuntivi
No Man's Sky Outlaws: ...e non dimentichiamoci che No Man's Sky ha sulle spalle oltre sei anni di contenuti aggiuntivi

Insieme a No Man's Sky Outlaws ha debuttato anche la nuova spedizione, che questa volta si è rivelata inaspettatamente appassionante. La spedizione vi ricompenserà con diversi oggetti e, come premio finale, con un secondo mantello oltre a quello che tutti potranno indossare correndo sulla piattaforma per modificare il proprio personaggio. Il mantello è un nuovo oggetto per la personalizzazione del personaggio in grado di rendere ogni screenshot di No Man's Sky almeno tre volte più epico, e sta straordinariamente bene pure indosso ai Gek più bassi. Ma le novità introdotte da Outlaws non finiscono certo qui: come tutte le espansioni di Hello Games nasconde al suo interno una miriade di minuscoli cambiamenti, e un bel po' di sorprese in parte svelate dal sito ufficiale e in parte ancora tutte da scoprire.

L'arche du captain Blood

No Man's Sky Outlaws: ora i pirati possono attaccare gli avamposti dal cielo, peccato non avere (per il momento?) sistemi di difesa utili
No Man's Sky Outlaws: ora i pirati possono attaccare gli avamposti dal cielo, peccato non avere (per il momento?) sistemi di difesa utili

No Man's Sky è un gioco sempre più grande, avvincente e stratificato, ma quel che emerge dagli ultimi update è soprattutto la volontà di scrollarsi di dosso tutti quegli elementi che presentano ancora una certa amatorialità, dove si nota di più l'inesperienza nel quale il team di sviluppo lavorava fino a pochi anni fa. Con Outlaws, No Man's Sky continua un percorso che ne sta assottigliando sempre più il minimalismo da gioco indipendente, in favore di una ricerca al dettaglio da software house navigata, un aspetto e valori produttivi da titolo di grosso calibro. No Man's Sky è insomma diventato quello che millantava di essere al principio, e questo va ad aggiungersi a quel che è sempre stato: una perla grezza nelle profondità di un mare di metallo liquido, strattonato da prepotenti correnti lisergiche. Pura scuola europea, chiara citazione del mistico L'arche du captain Blood dei francesi ERE Informatique, uscito nel 1988 su Amiga e ZX Spectrum e con il quale No Man's Sky ha in comune ben più che diversi brandelli di trama.

In principio...

No Man's Sky Outlaws: i nuovi mantelli rendono tutto più epico!
No Man's Sky Outlaws: i nuovi mantelli rendono tutto più epico!

Se invece non ci avete capito niente ma siete arrivati comunque alla fine di questo articolo, piccolo riassunto delle puntate precedenti: No Man's Sky è un gioco che ti mette alle prese con un universo procedurale pressoché infinito e dove, una volta riparata la propria astronave, è possibile fare oramai un bel po' di cose diverse. No Man's Sky ha una trama principale molto bella e rigiocabile, e prevede diversi finali con conseguenze abbastanza drastiche, inoltre offre altre storyline minori ma non meno interessanti, tutte legate a funzioni importanti del gioco.

Un giorno potreste cercare di far schiudere un uovo capace di generare un'astronave organica, e l'altro passarlo ad arredare la vostra nuova base in un pianeta paradiso, oppure riparando la vostra flotta d'incursori usciti malconci dall'ultima missione, o perché non esplorando le profondità marine con un fido sommergibile hi-tec? Tutto questo, e fidatevi molto di più, si potrà fare anche in coop, inoltre da qualche tempo è stato introdotto il Nexus, uno spazioporto online dove il via vai dei giocatori e delle loro astronavi è continuo. Nel Nexus è possibile fare un bel po' di cose, anche prendere parte a missioni speciali con il resto della community, visitare le basi di gente a caso, acquistare nuove tecnologie o semplicemente godersi l'atmosfera quando il silenzio dell'universo diverrà insopportabile.

La strategia perfetta

No Man's Sky Outlaws: ora è possibile possedere fino a nove astronavi diverse
No Man's Sky Outlaws: ora è possibile possedere fino a nove astronavi diverse

Ma la cosa più sorprendente, oltre il fatto di essere tradotto in italiano, è che il modello di business di No Man's Sky non prevede espansioni a pagamento. Tutto ciò che è stato aggiunto in quelli che ormai sono sei lunghi anni, è tutto incluso nell'unica versione del gioco in commercio, anche quella che troverai nel cestone dei giochi dimenticati da Dio nei peggiori GameStop di Caracas. Se vi chiedete come fanno a guadagnarci, basta vedere l'andamento delle vendite: a ogni espansione, No Man's Sky raggiunge sempre più pubblico, vende altre copie anche grazie a una strategia di sconti allineata alla distribuzione di queste grandi patch. E non c'è traccia di microtransazioni.

Tanto basta, e non è poco, per certificare No Man's Sky come uno dei giochi più sorprendenti, originali e coraggiosi degli ultimi anni. Ora più che mai.