Skate 4 è realtà: perché il simulatore EA è tanto atteso 7

Dopo più di dieci anni dall'ultimo gioco della serie, Skate si prepara a tornare sulla next-gen con un capitolo tutto nuovo. E con lui torneranno anche gli sport estremi?

VIDEO di Francesco Serino —   19/06/2020

La conferenza in streaming di Electronic Arts è stata davvero moscia, senza brividi né grossi annunci. Fortunatamente, prima di chiudere la linea, c'è stato il tempo per una piccola grande bomba: il ritorno di Skate.
Per chi non lo conoscesse, Skate è un gioco dedicato naturalmente allo Skateboarding dall'approccio molto particolare: è praticamente l'esatto contrario del classico Tony Hawk Pro Skater. Qui la telecamera non riprende il personaggio, nemmeno si premura di mostrarci chissà quanto scenario, bensì piedi e tavola in modo che il controllo da parte dell'utente sia totale. Il sistema di trick e di spostamento si avvale dello stesso piglio simulativo che mandò letteralmente fuori di testa tutti gli appassionati.

Sport estremi, calo estremo

Il terzo Skate, nonostante la sua innegabile qualità, non andò però così bene al botteghino. Nella primavera del 2010, quando il gioco arrivò nei negozi, gli sport estremi stavano entrando infatti in un periodo di inesorabile stanchezza. Del resto, nei dieci anni precedenti questo sottogenere degli sportivi prolificò in modo assolutamente folle, con giochi dedicati alla BMX, allo Snowboarding e a tutte quelle attività che includono fratture multiple nel menù del giorno. Per lo stesso motivo, anche la tavola virtuale di Tony Hawk finì nel garage di Activsion. C'è anche da dire che con Skate 3, il genere arrivò ad abbracciare un po' tutto quello che si poteva all'epoca fare sia dal punto di vista del gameplay che da quello tecnico, toccando un apice che lo schiantò a terra invece di fargli macinare nuovi record.

Skate 4 è realtà: perché il simulatore EA è tanto atteso

SOS YouTube

Le cose, almeno per Skate, cambiarono radicalmente qualche anno dopo la sua uscita, e grazie al controverso youtuber PewDiePie che lo portò in diretta con un successo sbalorditivo, tanto da rianimare una community oramai morta e riportando il gioco addirittura in classifica. Da quel momento in poi, le richieste per un nuovo gioco della serie si sono moltiplicate e oggi, finalmente possiamo vederne il risultato. I Black Box Studios responsabili della trilogia originale sono da tempo stati smantellati, ma le figure chiave del progetto sono tornate diligentemente al loro posto. Sarà abbastanza per un seguito all'altezza? Lo speriamo vivamente perché un nuovo Skate, in piena streaming generation, potrebbe davvero fare faville, e questa volta da subito.