24

Star Wars Outlaws: abbiamo scoperto nuovi dettagli sul gioco open world di Massive

Dopo l'Ubisoft Forward abbiamo incontrato in anteprima gli sviluppatori di Star Wars Outlaws per scoprire qualche dettaglio in più sul nuovo gioco di Massive.

ANTEPRIMA di Vincenzo Lettera   —   15/06/2023
Star Wars Outlaws: abbiamo scoperto nuovi dettagli sul gioco open world di Massive
Star Wars Outlaws
Star Wars Outlaws
News Video Immagini

Presentato in occasione dell'Ubisoft Forward 2023, Star Wars Outlaws ha senza dubbio lasciato il segno tra i fan di Star Wars e gli appassionati di videogiochi in generale. Mettendoci nei panni della furfante Kay Vess, l'ambizioso action open world sviluppato da Massive Entertainment promette essere un'avventura di Star Wars assai diversa, in cui si lasciano da parte Jedi e spade laser per portarci nella parte più lurida e pericolosa della galassia, tra clan criminali e cartelli malavitosi.

La presentazione pubblica ha lasciato con tantissimi interrogativi, ma a Los Angeles abbiamo passato qualche minuto in compagnia del direttore creativo Julian Gerighty, che ci ha tolto delle curiosità e spiegato un po' più nel dettaglio come funzionerà Star Wars Outlaws.

Star Wars Outlaws è un open world solo single player

In Star Wars Outlaws, Kay Vess non è una criminale navigata, ma una ladruncola con poca esperienza che si farà strada tra la malavita dell'Orlo Esterno
In Star Wars Outlaws, Kay Vess non è una criminale navigata, ma una ladruncola con poca esperienza che si farà strada tra la malavita dell'Orlo Esterno

Star Wars Outlaws è un gioco d'azione unicamente single player che permetterà di esplorare i pianeti con la libertà tipica delle mappe open world: si possono visitare centri abitati e villaggi dove accettare e svolgere missioni secondarie; si può prendere uno speeder per spostarsi da un avamposto all'altro e, salendo a bordo della propria nave, si può uscire dall'orbita e volare da un pianeta a un altro in maniera simile a No Man's Sky. Tuttavia, non sarà possibile visitare tutti i pianeti fin dall'inizio, e un po' come in Star Wars Jedi: Survivor, sarà la trama principale a portare Kay Vess verso nuove ambientazioni.

Star Wars Outlaws inizierà con un prologo su un primo pianeta con mappa aperta, dopodiché andando avanti con la storia si avrà accesso a sempre più pianeti, e infine ci si potrà spostare liberamente nella mappa galattica del gioco. Alla fine della storia principale, si viene poi incanalati verso la conclusione dell'avventura, quella che durante la presentazione del gioco è stata descritta come "la più grande rapina che la galassia abbia mai visto".

Star Wars Outlaws sarà quindi un gioco fortemente narrativo e cinematografico: non ci saranno finali multipli, né una trama che si dirama diversamente a seconda delle proprie azioni. Julian Gerighty dice che "L'unica influenza che il giocatore può avere sulla narrativa del gioco è attraverso il sistema di reputazione". E a tal proposito...

Come funziona il sistema di Reputazione

Star Wars Outlaws ci vedrà alle prese con criminali di ogni tipo. Chissà se questi sanno cos'è un 'combattivo negoziato'
Star Wars Outlaws ci vedrà alle prese con criminali di ogni tipo. Chissà se questi sanno cos'è un "combattivo negoziato"

In Star Wars Outlaws si entrerà in contatto con diverse famiglie criminali e organizzazioni malavitose. Come i Pyke e gli Hutt che si vedono nel trailer del gioco. Lavorando per loro e portando a termine delle missioni si migliora la reputazione con ciascun clan: possono essere piccoli lavoretti di contrabbando, missioni di spionaggio, il recupero di oggetti o pericolose taglie da riscattare. Aumentando il livello di reputazione con una fazione criminale, si possono ottenere prezzi migliori presso i loro negozi, oppure avere accesso a territori, avamposti e locali sotto il controllo di quella fazione; tutti luoghi dove si potrebbero nascondere oggetti e missioni esclusive.

In Star Wars Outlaws, Nix può attaccare i nemici. 'Chi è un bravo Merqaal? Tu sei un bravo Merq-AARGHH!!'
In Star Wars Outlaws, Nix può attaccare i nemici. "Chi è un bravo Merqaal? Tu sei un bravo Merq-AARGHH!!"

Non sarà sempre facile avere il favore di un clan, anche perché alcune missioni potrebbero migliorare i rapporti con un gruppo, ma indispettire una fazione rivale. Se la reputazione peggiora, i rapporti con quel clan si incrinano, e a un certo punto potremmo ricevere la visita dei loro sicari e cacciatori di taglie. Il sistema di reputazione sarà uno degli elementi che più di tutti darà al giocatore l'impressione di vivere la sua storia nei panni di un furfante spaziale.

Aspetto cinematografico opzionale

Outlaws ci vedrà esplorare una parte di Star Wars che raramente viene approfondita: il sottobosco criminale e i clan malavitosi
Outlaws ci vedrà esplorare una parte di Star Wars che raramente viene approfondita: il sottobosco criminale e i clan malavitosi

Durante la presentazione di Star Wars Outlaws all'Ubisoft Forward non è passata inosservata la scelta di mostrare il gameplay in formato ultra-wide, ovvero con un rapporto dell'immagine di 21:9. L'impressione iniziale era che le bande nere in alto e in basso fossero anche un modo furbo trovato dagli sviluppatori per aiutare le performance del gioco, ma Gerighty ha confermato che non solo si tratta di una scelta artistica, ma che tale impostazione sarà anche del tutto opzionale. "Potrai tenere attive le bande in alto e in basso per un maggiore effetto cinematografico, ma sarai comunque in grado di disattivarle e di giocare con una visuale più classica. È stata una decisione creativa mostrarlo in ultra-wide perché volevamo davvero che sembrasse un'esperienza cinematica. E questo riguarda non solo l'aspect ratio, ma anche i filtri o l'uso dei lens flare. C'è grana pellicola e un effetto vignettatura che ricordano le videocamere degli anni '70 e '80, ma volendo sono tutti effetti che possono essere disattivati tramite le opzioni di accessibilità".

Si può giocare a Sabacc

Il gioco d'azzardo non potrà mancare in Star Wars Outlaws
Il gioco d'azzardo non potrà mancare in Star Wars Outlaws

Che in Star Wars Outlaws si possa giocare a Sabacc si può intuire già dal trailer in computer grafica, e poi parliamoci chiaro: non può esistere un'avventura come questa senza il gioco d'azzardo più popolare tra contrabbandieri e criminali dell'Orlo Esterno. Per fugare ogni dubbio, abbiamo però chiesto conferma allo sviluppatore: "Sì, si potrà giocare a Sabacc", ma poi ci pensa su e aggiunge "uhm... non so se potevo dirlo". Gerighty non sarebbe un buon giocatore di Sabacc, ma resta da vedere in che modo il mini gioco sarà integrato e se, oltre a consentire di vincere qualche credito, le partite di Sabacc avranno altri risvolti o saranno inserite in alcune missioni. Ah, se doveste incontrare un Wookiee al tavolo da gioco, ci raccomandiamo: fatelo vincere.

Come spendere i crediti

I Pyke fecero la loro prima comparsa in Star Wars: The Clone Wars, e in Outlaws saranno uno dei principali gruppi criminali con cui avremo a che fare
I Pyke fecero la loro prima comparsa in Star Wars: The Clone Wars, e in Outlaws saranno uno dei principali gruppi criminali con cui avremo a che fare

Portando a termine missioni e lavoretti (e immaginiamo anche scommettendo d'azzardo in minigiochi come il Sabacc) si ottengono crediti imperiali. In che modo potremo spenderli? "Anzitutto ti ci puoi comprare potenziamenti per lo speeder oppure per la nave", spiega il direttore creativo. "Puoi acquistare equipaggiamenti che migliorano le abilità e che sono più adatti allo stile di gioco che decidi di utilizzare: magari hai un approccio più furtivo, e allora ti faranno comodo degli equipaggiamenti adatti allo stealth, oppure ti vuoi focalizzare sul combattimento, e allora ne acquisterai altri".

Personalizzazione per speeder e personaggio

Alcune città avranno un alto numero di soldati imperiali in giro. Vicoletti secondari e cantine sono i posti migliori per fare indagini lontani dalle 'teste a secchio' dell'Impero
Alcune città avranno un alto numero di soldati imperiali in giro. Vicoletti secondari e cantine sono i posti migliori per fare indagini lontani dalle "teste a secchio" dell'Impero

La speederbike di Kay avrà un ruolo chiave per spostarsi rapidamente tra i diversi avamposti di un pianeta. Ispirato nel design alle moto da cross, questo veloce mezzo fuori pista non si limita ad andare dal punto A al punto B, ma può essere usato per fare acrobazie oppure per raggiungere delle aree altrimenti inaccessibili a piedi. Lo speeder potrà essere personalizzato non solo nell'estetica, ma si possono migliorare le prestazioni e aggiungere alcune funzionalità. Ad esempio, poiché il pianeta Toshara è molto ventoso ci saranno dei tunnel a cui si potrà accedere solo dopo aver potenziato lo speeder.

Oltre ai mezzi, si potrà personalizzare anche la protagonista. Non ci sarà un albero delle abilità o elementi tipici degli RPG, ma sarà possibile ottenere nuovi vestiti ed equipaggiamenti, che oltre a cambiare l'estetica di Kay avranno anche alcune proprietà e bonus: ad esempio si può ottenere una giacca più lunga che ti permette di tenerti al caldo in certe zone gelide del pianeta.

Sistema WANTED

Un po' come in GTA, gli imperiali cominceranno a cacciare Kay se la vedranno fare qualcosa di illegale
Un po' come in GTA, gli imperiali cominceranno a cacciare Kay se la vedranno fare qualcosa di illegale

Oltre al sistema di reputazione con i sindacati e i clan criminali, Star Wars Outlaws avrà anche un sistema Wanted ("Ricercato", in italiano). A differenza dei clan malavitosi, con l'Impero non sarà possibile costruire una reputazione: se guardie e assaltatori imperiali vedono Kay fare qualcosa di illegale cominceranno a darle la caccia, un po' come avviene con la polizia in Grand Theft Auto. "Funzionano esattamente come dei poliziotti spaziali", dice Gerighty. In alto a sinistra dello schermo, un indicatore rappresentato dal simbolo dell'Impero indica quanto si è ricercati: più l'indicatore è pieno e maggiori e più pericolosi saranno gli imperiali all'inseguimento di Kay. "A quel punto o li semini, ti nascondi e aspetti che l'indicatore sparisca, oppure li affronti e provi a liberarti del problema", spiega il direttore creativo.

Non ci saranno schermate di caricamento

Una volta nello spazio, in Star Wars Outlaws potremo affrontare missioni di contrabbando, andare a caccia di risorse o affrontare navi imperiali
Una volta nello spazio, in Star Wars Outlaws potremo affrontare missioni di contrabbando, andare a caccia di risorse o affrontare navi imperiali

Un po' come in Star Wars Jedi: Survivor, in Star Wars Outlaws non ci saranno momenti in cui il gioco si interrompe bruscamente per far apparire una schermata di caricamento, se non quando si deciderà di usare il viaggio rapido. Come spesso accade nelle produzioni dal piglio cinematografico, i caricamenti saranno nascosti furbescamente in precisi momenti, come quando il giocatore lascia l'orbita del pianeta alla guida della Trailblazer, attende che una porta si apra o parte una sequenza cinematica. "Vogliamo dare la sensazione che tutto sia interconnesso", spiega Gerighty. "Puoi trovarti nella città, farti un giro, visitare la cantina, salire sul tuo speeder, sfrecciare nell'open world, arrivare a un centro abitato, salire sulla tua nave e volare via. E tutto questo senza che ci siano virtualmente delle interruzioni".

C'è un po' di Assassin's Creed

Il piccolo Nix è un'estensione di Kay, fondamentale per distrarre o attaccare nemici, raccogliere oggetti in giro o attivare interruttori da lontano
Il piccolo Nix è un'estensione di Kay, fondamentale per distrarre o attaccare nemici, raccogliere oggetti in giro o attivare interruttori da lontano

Tanti sono i giochi che hanno ispirato il design di Star Wars Outlaws, da Ghost of Tsushima ad Assassin's Creed, passando per Far Cry, oltre ovviamente ad altri videogiochi di Star Wars. Essendo però Ubisoft un publisher con numerosi studi di sviluppo in tutto il mondo - ed essendo Outlaws un progetto che coinvolge altri otto team di Ubisoft - Massive Entertainment si è confrontata e ha discusso con gli altri sviluppatori di Ubisoft, ricevendo influenze dirette sui sistemi e sul design del gioco. "L'aspetto su cui abbiamo ricevuto un aiuto maggiore è stato sicuramente il sistema di reputazione e l'impatto delle azioni e delle decisioni di Kyra; a riguardo ci siamo confrontati molto con le persone che lavorano su Assassin's Creed". Per chi se lo stesse chiedendo, no: nonostante le somiglianze, Star Wars Outlaws non ha ereditato niente da Beyond Good & Evil 2.