Super Smash Bros. Ultimate, arrivano Pyra e Mythra

Oggi, 5 marzo 2021, arriva un altro DLC di Super Smash Bros. Ultimate: si tratta del nono Set Sfidante, il quarto del secondo Fighter Pass. Porta con sé Pyra e Mythra da Xenoblade Chronicles 2

SPECIALE di Alessandro Bacchetta   —   05/03/2021
50

Ci siamo quasi. I combattenti di Super Smash Bros. Ultimate, escludendo un terzo e improbabile Fighter Pass, stanno per raggiungere il loro numero massimo. Oggi (5 marzo) si uniranno alla lotta, per citare uno degli slogan del gioco, Pyra e Mythra (da Xenoblade Chronicles 2, che chiuse in modo spettacolare il grandioso 2017 di Nintendo Switch).

L'opera di Masahiro Sakurai ha raggiunto dimensioni talmente gargantuesche che è difficile non cedere all'elencazione: questo Set Sfidante numero 9 è il terzultimo del secondo Fighter Pass, e aggiungerà i personaggi - attenendoci al computo ufficiale - settantanove e ottanta. Come al solito, vi facciamo un breve resoconto di ciò che si può acquistare, e come. Il Fighter Pass Vol. 2 (questa la denominazione ufficiale) è in vendita, nella sua interezza, a 29,99 Euro. Il semplice Set Sfidante numero 9, quello comprendente Pyra e Mythra, costa 5,99 Euro - in sostanza, voleste possedere tutti i lottatori, prendendo direttamente il Fighter Pass ne avreste uno in omaggio.

Super Smash Bros. Ultimate: Pyra e Mythra.
Super Smash Bros. Ultimate: Pyra e Mythra.

Non è questo tuttavia il prezzo che maggiormente ci ricorda un supermercato virtuale, bensì quello dei costumi Guerrieri Mii, ognuno disponibile a 0,80 Euro. Ottanta centesimi per portarsi a casa il vestito del personaggio amato, e applicarlo così a una delle tre tipologie - scelte da Sakurai - di Mii. Scrivendo di Super Smash Bros. Ultimate, col passare dei mesi, abbiamo notato che alcuni dei costumi erano più curati, al punto da sembrare autentici personaggi (come quelli di Cuphead), altri esplicitamente carnevaleschi.

Viste le proporzioni realistiche dei personaggi, quelli di Monster Hunter appartengono forzatamente alla seconda categoria; sono comunque ben realizzati, giusto in tempo per celebrare la pubblicazione di Monster Hunter Rise. Allo stesso tempo, l'introduzione di questi costumi dovrebbe far evaporare ogni speranza sull'arrivo di un lottatore - del roster principale - legato alla serie. O, almeno, la logica suggerirebbe questo. L'altro costume Mii arriva sempre dal mondo Capcom, e anch'esso omaggia a un gradito ritorno: stiamo parlando del recente Ghosts 'n Goblins Resurrection, e dell'equipaggiamento di Arthur (spada e armatura completa).

Super Smash Bros. Ultimate: i costumi dedicati a Monster Hunter.
Super Smash Bros. Ultimate: i costumi dedicati a Monster Hunter.

Bene, ora andiamo a parlare, nello specifico, di Pyra e Mythra: le poderose donzelle di Xenoblade Chronicles 2.

Pyra/Mythra

In questi aggiornamenti relativi ai contenuti scaricabili di Super Smash Bros. Ultimate, più volte abbiamo scritto di quanto sia impressionante la cura riposta da Sakurai nell'elaborazione dei DLC. Un'attenzione maniacale, forse perfino eccessiva. Di sicuro, difficilmente rivivremo un altro momento simile; quindi, se siete fan della serie, godetevelo. Super Smash Bros. Ultimate è il più grande crossover del mondo dei videogiochi, e sarà molto difficile, sia per accordi commerciali che per tempistiche di sviluppo, che in futuro si possa superare la sua mole di contenuti.

Da un certo punto di vista, avremmo preferito che un talento come Sakurai, una volta completato Super Smash Bros. Ultimate, si fosse dedicato a un secondo progetto per Nintendo Switch. Che, in teoria, sarebbe arrivato - fosse esistito - alla fine di quest'anno. Eppure Sakurai, non sappiamo se per sua volontà o meno, è stato relegato ad ingigantire ulteriormente questo colosso, compito che sta eseguendo con straordinaria scrupolosità. Quindi, se da un lato esiste il rammarico per non averlo ammirato su un altro progetto, dall'altro troviamo eccezionale la dedizione che ha riversato nella creazione di questi contenuti aggiuntivi: sembra quasi un esperimento, un test per verificare fino a quanto possa spingere il limite più in là. Dall'ultimo filmato sappiamo che, oltre a bilanciare a mano i personaggi, oltre a farli lottare in contemporanea con due pad, scrive anche i copioni per i video di presentazione. Come l'ultimo, realizzato da Monolith Soft.

Super Smash Bros. Ultimate: i modelli poligonali di Pyra e Mythra.
Super Smash Bros. Ultimate: i modelli poligonali di Pyra e Mythra.

Pyra e Mythra, come ha detto lo stesso Sakurai, ricordano un po' la Zelda di Super Smash Bros. Melee, quella che poteva trasformarsi in Sheik: allo stesso modo, le due nuove lottatrici - fisicamente legate anche nell'opera originale, pur diverse nella personalità - possono alternarsi sul ring, attraverso il semplice utilizzo della Down Special (giù + B), condividendo comunque il dannometro e molte azioni. In sostanza, sono troppe diverse per costituire uno stesso personaggio (difatti nella lista appaiono come 79° e 80° combattente), ma troppo legate per operare separatamente.

Sakurai ha detto di aver ipotizzato l'introduzione di Rex (il protagonista di Xenoblade Chronicles 2), ma che sarebbe stato eccessivamente complicato. Appare comunque in diverse situazioni: nelle Smash finali, nelle esultanze e nelle provocazioni.

Mosse e stage

Super Smash Bros. Ultimate: una delle Smash finali del personaggio.
Super Smash Bros. Ultimate: una delle Smash finali del personaggio.

Le due eroine condividono la Down Special, nonché l'impostazione - e l'animazione - di ogni attacco normale. Con delle differenze non trascurabili, anzi: Pyra è più potente, Mythra più veloce. Il fatto che sia possibile passare ad libitum dall'una all'altra - avendo anche un piccolo momento di invincibilità nella transizione, che dai più abili potrà essere usata come schivata - renderà importante saper alternare le combattenti in base all'avversario e alle necessità. Sakurai si è detto convinto che la maggior parte delle persone sceglierà una delle due; noi, cordialmente, dissentiamo.

Una differenziazione simile, ma ancora più marcata, si estende anche alle mosse speciali: per Pyra saranno basate sui poteri di fuoco, per Mythra su quelli di luce/fulmine. Aspetto a parte, è diversa l'estensione e l'intensità dei colpi: più potenti quelli di Pyra, più dilatati quelli di Mythra. Con altri piccoli dettagli che potrebbero fare la differenza, ma che scopriremo nella loro rilevanza solamente pad alla mano: la Special di Pyra, ad esempio, colpisce da entrambi i lati (quella di Mythra no).

Super Smash Bros. Ultimate: Pyra, Rex e Mythra.
Super Smash Bros. Ultimate: Pyra, Rex e Mythra.



Il livello di dettaglio grafico è eccellente per entrambi i personaggi, e la stessa lode è estendibile allo stage: Nuvole di Arlest. Come spesso è successo in altri DLC, fanno la loro comparsa nell'arena anche altri personaggi della serie: spesso sono ininfluenti, puramente decorativi, ma il livello di cura è comunque alto, e di sicuro allieteranno i fan della serie. L'intero stage è ambientato in cielo, coi Titani che attraversano lo sfondo ogni tanto, e "Nonnetto" a reggere l'intera scena: il combattimento si svolge (letteralmente) sulle sue spalle, e la sua estensione varia di tanto in tanto, in base alla diversa posizione assunta. Ci saranno dei leggeri segnali visivi ad anticipare gli spostamenti, tanto per non lasciare nulla al caso.

Insieme ai nuovi personaggi arriverà un inedito percorso per la Modalità Classica, e altri Spiriti da combattere; com'è consuetudine, del resto. A completare il pacchetto, saranno introdotti altri sedici brani tratti da Xenoblade Chronicles 2.

Ricordando che i personaggi vengono scelti da Nintendo e non da Sakurai, attendiamo fiduciosi gli ultimi due (davvero?) lottatori di Super Smash Bros. Ultimate; nonostante i ritardi e le remore generate dal Coronavirus, dovrebbero arrivare indisturbati entro il 2021.

Super Smash Bros. Ultimate: lo stage, le Nuvole di Arlest.
Super Smash Bros. Ultimate: lo stage, le Nuvole di Arlest.