Animal Crossing: New Horizons, strumenti indistruttibili e tante migliorie introdotte dagli hacker 36

Gli hacker di Animal Crossing: New Horizons continuano a migliorare (a loro dire) il titolo Nintendo: ecco tutte le modifiche che hanno apportato.

NOTIZIA di Simone Pettine   —   22/05/2020

Gli hacker di Animal Crossing: New Horizons sono tornati in azione, mostrando con nuovi video e post sui forum specializzati le loro ultime, geniali trovate. Ancora una volta l'obiettivo principale è stato quello di migliorare la fruibilità e il funzionamento dell'intero titolo di Nintendo, così da suggerire alla Casa di Kyoto i contenuti per i prossimi aggiornamenti.

Vi è forse una leggera presunzione nell'opera degli hacker, evidente soprattutto nella creazione degli Alberi di Stelle, tuttavia queste nuove migliorie introdotte in Animal Crossing: New Horizons sembrano particolarmente sensate. Tanto per cominciare hanno finalmente creato degli strumenti indistruttibili, così che non ci si debba più preoccupare di distruggere il proprio retino o la canna da pesca durante il loro utilizzo.

Gli hacker hanno poi aumentato la quantità di oggetti trasportabili in ogni singolo stack dell'inventario: attualmente Nintendo ha fissato un limite di 30 unità, che è stato aumentato a 99. Portare con sé un solo stack da 99 unità di ferro è certamente più pratico che averne tre da 30 cadauno ad occupare l'inventario.

Gli hacker hanno anche modificato lo spawn rate delle isole misteriose, visitabili con i biglietti miglia di Nook, permettendo così a quelle più rare di comparire molto più facilmente. Hanno infine reso "commestibili" i pesci nel'inventario, dettaglio che di certo non piacerà agli animalisti del PETA. Chiaramente si rischia sempre il ban nel dedicasi ad attività di hacking su Animal Crossing: New Horizons, quindi vi consigliamo di non sfidare troppo la pazienza di Nintendo.