Final Fantasy 7 Rebirth: i lavori sulla "Parte 3" del remake sono già iniziati

I lavori sulla terza parte del remake di Final Fantasy 7 sono già iniziati, a svelarlo è stato Tetsuya Nomura dopo l'annuncio di Rebirth, la "Parte 2".

NOTIZIA di Stefano Paglia   —   17/06/2022
56

Dopo l'annuncio di Final Fantasy 7 Rebirth per PS5 e Crisis Core -Final Fantasy 7 Reunion, il creative director Tetsuya Nomura, il director Naoki Hamaguhi e il producer Yoshinori Kitase hanno condiviso su Twitter dei messaggi per i fan, in cui parlano dello sviluppo dei titoli della Compilation di FF7, svelando tra l'altro che i lavori sulla "Parte 3" del remake sono già iniziati.

Durante l'evento di celebrazione per il 25° anniversario di Final Fantasy 7, Square Enix ha presentato Final Fantasy 7 Rebirth, il sequel del remake uscito nel 2020. Per l'occasione è stato svelato che in totale ci saranno tre parti, a cui si aggiunge il rifacimento di Crisis Core.

Ecco il messaggio condiviso per l'occasione da Tetsuya Nomura:

"Come rivelato durante la trasmissione, ci sono attualmente quattro progetti di Final Fantasy VII in sviluppo parallelamente. Sebbene ciascuno dei quattro titoli svolga un ruolo diverso, sono tutti collegati attraverso rappresentazioni di alta qualità del mondo e dei personaggi di Final Fantasy VII. Come persona coinvolta nello sviluppo di ognuno dei titoli originali, comprendo profondamente la visione e i pensieri dietro ogni progetto e sono attivamente coinvolto nel processo di sviluppo di tutti e quattro i titoli", afferma Nomura.

"Final Fantasy VII Rebirth è stato progettato in modo che le persone possano divertirsi con questo gioco indipendentemente dal fatto che conoscano il gioco originale o meno. In effetti, i nuovi giocatori potrebbero anche divertirsi a iniziare il loro viaggio in Final Fantasy VII con Final Fantasy VII Rebirth. Cloud e i suoi amici intraprendono un nuovo viaggio in questo gioco e credo che le scene a cui assisteranno dopo aver lasciato Midgar daranno ai giocatori un'esperienza nuova e fresca. Non vedo l'ora di condividere il perché abbiamo intitolato il primo gioco "Remake" e il secondo titolo "Rebirth". Col tempo, spero di rivelare come si chiamerà il terzo titolo e dove porterà questo viaggio alla fine .

"Lo sviluppo di Final Fantasy VII Rebirth è progredito rapidamente da quando abbiamo adottato una nuova struttura di sviluppo. Un titolo di questa portata in cui tutto è interconnesso anche prima dell'inizio della produzione è davvero raro. In effetti, sono già iniziati alcuni lavori sul terzo titolo. Io stesso ho iniziato lo sviluppo e sto lavorando per il completamento della serie.

"Lavoreremo per consegnare questo titolo ai fan con lo stesso entusiasmo da ora fino al traguardo. Nel frattempo, godetevi gli altri progetti per il 25° anniversario che espandono ulteriormente il mondo di Final Fantasy VII".

Final Fantasy 7 Rebirth, un'immagine dal trailer ufficiale
Final Fantasy 7 Rebirth, un'immagine dal trailer ufficiale

Segue il messaggio di Naoki Hamaguchi, director di Final Fantasy 7 Rebirth:

"Sono felicissimo di poter annunciare Final Fantasy VII Rebirth e sento un forte senso del dovere di offrire l'esperienza definitiva di Final Fantasy VII a tutti i fan che aspettano con impazienza questo gioco. Lo sviluppo è già entrato in piena produzione e il team è fortemente motivato a mettere insieme tutto sul progetto e lavorare per creare un gioco finito. Il progetto di remake di Final Fantasy VII sarà una trilogia in tre parti, ma Final Fantasy VII Rebirth è molto più di un semplice capitolo della serie. Lo stiamo sviluppando con tutta la passione e la dedizione necessarie per creare un gioco originale e pianifichiamo di offrire la massima esperienza di gioco e di costruzione del mondo. Credetemi, varrà la pena aspettare!"

Final Fantasy VII Rebirth, il logo ufficiale
Final Fantasy VII Rebirth, il logo ufficiale

E per finire ecco cosa ha detto Yoshinori Kitase, producer dei remake di Final Fantasy 7:

"Abbiamo annunciato ufficialmente che il secondo titolo Final Fantasy VII Rebirth uscirà il prossimo inverno, circa tre anni dopo l'originale Final Fantasy VII Remake pubblicato nell'aprile 2020. Tre anni potrebbero sembrare lunghi per tutti i fan che stanno aspettando con impazienza il prossimo gioco, ma vogliamo offrire la migliore esperienza possibile e rassicurare tutti sul fatto che lo sviluppo sta procedendo a un ritmo sorprendentemente veloce per un titolo HD su larga scala", afferma Kitase.

"Fare la parte centrale di una trilogia ha le sue sfide, ma ci sono un sacco di classici secondi capitoli nel mondo del cinema che sono definiti da incredibili colpi di scena e esplorazioni più profonde dei loro personaggi. Spesso queste seconde puntate diventano le preferite dai fan. Allo stesso modo, miriamo a rendere Final Fantasy VII Rebirth un'esperienza ancora più avvincente e memorabile di Final Fantasy VII Remake."