GTA The Trilogy registra vendite sottotono, le versioni mobile non hanno ancora una data di uscita

GTA: The Trilogy continua a registrare vendite sottotono e Rockstar Games non ha offerto nuovi aggiornamenti sulla data di uscita delle versioni iOS e Android.

NOTIZIA di Stefano Paglia   —   09/08/2022
28

Dall'ultimo resoconto finanziario di Take-Two, la compagnia madre di Rockstar Games, apprendiamo che GTA: The Trilogy - The Definitive Edition sta registrando dati di vendita sottotono, perlomeno rispetto a quelli che sono gli standard della serie. Le versioni Android e iOS inoltre non hanno ancora una data di uscita precisa, nonostante fossero inizialmente previste per la prima metà del 2022.

Stando ai dati condivisi, nell'ultimo trimestre sono state vendute meno di un milione di copie della raccolta che include le remaster di GTA 3, Vice City e San Andreas. Numeri simili erano stati registrati anche nel Q4 dell'anno fiscale 2022, mentre nel Q3, ovvero il periodo in cui GTA The Trilogy è uscito su PC e console, ammontavano a 10 milioni di copie.

87846 2 Gta Trilogy Remaster Sales Bomb For Second Quarter In Row Full

Insomma, dopo un lancio tutto sommato buono, GTA: The Trilogy - The Definitive Edition ha registrato un netto calo delle vendite nei mesi successivi. Molto probabilmente le impressioni negative della stampa internazionale e della community hanno tenuto alla larga altri potenziali acquirenti.

La raccolta infatti è stata aspramente criticata al lancio per via dei numerosi bug e problemi di performance presenti nelle remaster e completamente assenti nei titoli originali, nonché alcune scelte stilistiche discutibili. Successivamente Rockstar Games ha pubblicato numerose patch correttive per risolvere i problemi, che, come dimostrato da Digital Foundry, hanno dato i loro frutti.

Dagli ultimi dati di Take-Two apprendiamo inoltre che le versioni di GTA The Trilogy per iOS e Android non hanno ancora un data di uscita precisa. La raccolta ufficialmente era prevista per la prima metà del 2022, mentre l'ultimo resoconto finanziario ha confermato il rinvio suggerito a maggio, con il lancio ora fissato entro la fine dell'anno fiscale 2023, ovvero entro il 31 marzo.