GTA The Trilogy: update 1.05 per Nintendo Switch disponibile, le novità

Rockstar Games ha pubblicato l'update 1.05 di GTA The Trilogy anche su Nintendo Switch, dopo che era stato già proposto per le altre piattaforme.

NOTIZIA di Nicola Armondi   —   04/12/2021
4

Anche se con un po' di ritardo rispetto alla altre piattaforme, Rockstar Games ha pubblicato l'update 1.05 di GTA The Trilogy su Nintendo Switch. La lista delle correzioni, che include un centinaio di fix, è la stessa delle versioni PC, PlayStation e Xbox, dove l'aggiornamento è segnalato come numero 1.03.

L'update 1.05 si occupa di risolvere problemi legati alla stabilità di gioco, agli errori di battitura e a vari elementi ambientali. Anche la pioggia è stata migliorata, visto che precedentemente appariva anche al chiuso. Inoltre, la telecamera è stata ottimizzata. Si sommano poi correzioni a bug relativi a personaggi, vetture, crash e Trofei e Obiettivi (non in versione Switch, ovviamente).

Due personaggi di GTA The Trilogy
Due personaggi di GTA The Trilogy

Ricordiamo che GTA: The Trilogy - The Definitive Edition include le versioni rivedute di Grand Theft Auto III, Vice City, e San Andreas. Alcuni commenti nel sub-reddit di Nintendo Switch affermano che Vice City ha ottenuto un netto miglioramento in termini prestazionali, con un frame non perfetto ma superiore a prima. Anche la guida notturna sembra essere migliorata. Anche in termini di risoluzione vengono segnalati dei miglioramenti.

Nella nostra recensione di GTA The Trilogy vi abbiamo detto che: "La GTA: The Trilogy - The Definitive Edition fa diverse cose bene e molte altre decisamente male. Al netto dei bug che verranno presto o tardi risolti, GTA III è senza dubbio il migliore dei tre; mentre gli altri due giochi soffrono di ben altri problemi, oltre a un'atmosfera generale pesantemente danneggiata in fase di restauro. Tutto da scoprire invece il supporto post lancio: cercheranno di migliorare il prodotto o per vedere una nuova e magari più riuscita Definitive Edition dovremo attendere il trentennale? Mentre aspettiamo buone nuove, non resta che la scottante delusione..."