Halo Infinite sarebbe il risultato di una gestione disastrosa di 343 Industries 360

Secondo diverse voci, Halo Infinite potrebbe essere il risultato di una gestione disastrosa delle risorse e del progetto da parte di 343 Industries.

NOTIZIA di Luca Forte   —   29/07/2020

Secondo diverse voci, molte delle quali raccolte dal subreddit di Halo, quanto abbiamo visto di Halo Infinite potrebbe essere il risultato di anni di gestione disastrosa delle risorse e del progetto da parte di 343 Industries.

Fino a questo momento, con Phil Spencer che predicava positività e un progetto che sembrava in piena salute, non sono mai emerse avvisaglie di nessun tipo. Adesso che il primo video di gameplay di Halo Infinite è stato pubblicato, in tanti -sembra- si stanno togliendo più di un sassolino dalla scarpa.

Questo nonostante ci sia chi, come il nostro Aligi Comandini, ha visto da vicino il gioco e ci dice che il progetto Halo Infinite è molto ambizioso.

Secondo lo YouTuber Richard Masucci, un creator da quasi un milione di follower, lo sviluppo di Halo Infinite è stato letteralmente uno "spettacolo di merda". Lui cita una sua fonte in Microsoft e conferma che i post inferociti su Reddit siano veri.

Da altre parti sono state postate le recensioni che i dipendenti di 343 Industries avrebbero lasciato all'azienda. Il quadro che emerge è tutto fuorchè esaltante. Lo sviluppatore, infatti, viene descritto come ricco di talenti, ma diretto da persone che hanno creato brutti giochi e sono ancora al loro posto.

In più il clima viene definito tossico, con diversi colleghi, anche "veterani" che non sono preparati e non sanno a cosa stanno lavorando. Il risultato è un motore di gioco pensante, pieno di bug, che sarebbe difficile da sistemare anche perché i reparti lavorano a comparti stagni e non si preoccupano se le loro modifiche vanno ad influenzare negativamente quello che stanno facendo gli altri.

Una situazione che viene definita come una "catastrofe creata ad hoc" per via delle tante persone prese a gettone, la scarsa progettualità della dirigenza e gli strumenti di sviluppo antiquati, vecchi di 10 anni, che impediscono al gioco di esprimere tutte le sue potenzialità.

Come sempre, tutte queste dichiarazioni vanno prese con le pinze, dato che non si sa la loro provenienza e se siano figlie di una situazione particolare. Inoltre, da una demo di 8 minuti non si può capire se un gioco è il disastro che si sta dipingendo sui social e sui forum di tutto il mondo. Soprattutto ci sono ancora diversi mesi (se non anni, vista la natura di piattaforma di Halo Infinite) per fare in modo di trovare una quadra tra tutti gli ambiziosi obiettivi che 343 Industries si è posta.

Di sicuro questi dettagli non vanno a dipingere una situazione rosea per il gioco e vanno ad incrinare l'atmosfera positiva che al momento circonda le nuova acquisizione degli Xbox Game Studios.

Cosa ne pensate?