Halo Infinite tra Xbox e PC: dettagli su crossplay, matchmaking e anticheat

Altri dettagli sul multiplayer di Halo Infinite arrivano dall'update di aprile da parte di 343 Industries, che spiegano qualcosa sul crossplay, il matchmaking e altro.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   30/04/2021
49

Halo Infinite sarà il primo capitolo della serie sviluppato tenendo in mente fin dall'inizio una versione PC, che avrà dunque caratteristiche specifiche ma dovrà interfacciarsi perfettamente con le versioni Xbox Series X|S e Xbox One, offrendo da una parte soluzioni specifiche e dall'altra assicurando il crossplay, un matchmaking equilibrato e un efficace sistema anticheat.

La comunicazione tra giocatori è assicurata dal supporto per diversi sistemi come Xbox Live, Steam e Discord, inoltre sarà supportato anche il multiplayer via LAN sia su PC che su Xbox, oltre alla possibilità di utilizzare server locali e playlist sia classificate che non.

Halo Infinite consente la visualizzazione anche in 32:9 su PC
Halo Infinite consente la visualizzazione anche in 32:9 su PC

Per preservare un matchmaking equilibrato, ci saranno diverse opzioni per organizzare le partite in multiplayer sia per quanto riguarda le partite classificate che quelle libere, con restrizioni che si possono importare in base al tipo di sistema di controllo. Quest'ultimo è considerato il principale elemento di differenza, per questo motivo 343 Industries ha programmato di impostare la scelta dei giocatori sull'input e non sulla piattaforma: in sostanza, nelle playlist classificate non è prevista l'esclusione di giocatori console o PC, ma potrà essere impostata solo in base al sistema di controllo, per non creare squilibri tra chi usa il controller e chi la configurazione mouse e tastiera.

Come abbiamo riportato in precedenza, Halo: Infinite avrà crossplay e progressione condivisa tra PC, Xbox Series X|S e Xbox One, cosa che ha comportato anche una certa attenzione nei confronti dei cheater. Sebbene non venga spiegato precisamente il funzionamento, 343 Industries (in particolare il secuirity engineer Michael VanKuipers) ha riferito che lo Slipspace Engine ha una tecnologia interna appositamente studiata per contrastare i cheat.

La sfida è stata renderla quanto più leggera e poco intrusiva possibile, cercando di non coinvolgere driver kernel o servizi che funzionano in background. Non è chiaro precisamente come questo avvenga ma queste sono le premesse del sistema, in attesa di vedere come funzioni. Dallo stesso aggiornamento su Halo Waypoint abbiamo visto anche nuove immagini in widescreen di Halo Infinite.