Super Smash Bros. Ultimate è diventato il picchiaduro più venduto di tutti i tempi 40

Super Smash Bros. Ultimate ha scavalcato Super Smash Bros. Brawl con 13,81 milioni di unità vendute su Nintendo Switch.

NOTIZIA di Davide Spotti —   26/04/2019

Super Smash Bros. Ultimate è il picchiaduro più venduto di ogni epoca. In seguito alla pubblicazione del resoconto finanziario relativo all'anno fiscale appena concluso, Nintendo ha rivelato che il gioco ha totalizzato 13,81 milioni di copie in tutto il mondo.

L'ultima fatica di Masahiro Sakurai ha dunque superato Super Smash Bros. Brawl, che da tempo occupava la prima posizione di questa speciale classifica. Il dato fa riferimento ai risultati raggiunti su una singola piattaforma di gioco, perciò rimangono davanti sia Smash Bros. per Wii U e 3DS (14,85 milioni) che Street Fighter II (14,05 milioni).

Il traguardo conseguito da Super Smash Bros. Ultimate è senz'altro degno di nota, tenendo conto del fatto che è disponibile nel catalogo di Nintendo Switch da poco più di quattro mesi. Peraltro le cifre potrebbero continuare a crescere grazie alla spinta dei nuovi personaggi aggiunti sotto forma di DLC. Il primo è stato Joker di Persona 5, disponibile su eShop dalla scorsa settimana.

Nella nostra recensione di Super Smash Bros. Ultimate, Alessandro Bacchetta ha scritto: "Alla fine della recensione di Super Smash Bros. Ultimate, questo gioco porta poche innovazioni e non perde tempo a convincere chi, in passato, non ha amato gli altri titoli della serie. I difetti finiscono sostanzialmente qui. I controlli sono più rifiniti che mai, la grafica pulita, fluida e dettagliata, la quantità di contenuti mastodontica, talmente alta da rendere questo titolo, in base alla combinazione delle variabili, eccellente sia come picchiaduro che come party game.

Gli scontri con gli Spiriti sono estremamente creativi, e l'avventura è lunga e impegnativa, saggiamente privata delle velleità da platform puro di Brawl. In sintesi, Super Smash Bros. Ultimate persegue le stesse finalità del predecessore, e cioè punta ad essere il capitolo definitivo della serie. E, stavolta, ci riesce appieno. C'è una ragione logica per questo successo: Nintendo Switch. Con una console ibrida, nessuna energia è andata dispersa in ottica di una pubblicazione gemellare. Tuttavia, e non ci saranno mai conferme a riguardo, abbiamo la sensazione che il precedente capitolo Sakurai lo dovesse fare, mentre questo lo volesse creare. È una differenza minima ma essenziale. E supponiamo che la morte dell'amico Iwata, e la conseguente sopravvivenza di Kirby nell'Avventura, abbiano molto a che fare con questo rinnovato approccio alla serie."