Demon's Souls, consigli sulle build

Dopo la recensione e i consigli per iniziare, ecco uno speciale su alcune delle build più utili di Demon's Souls Remake

SPECIALE di Aligi Comandini —   20/11/2020
28

Avremo pure già recensito Demon's Souls - e scritto un inevitabile articolo di consigli per i neofiti - ma l'opera di Bluepoint basata sul classico di From Software resta un action GDR estremamente elaborato, praticamente impossibile da sviscerare in una manciata di video e speciali.

Oggi, quindi, abbiamo intenzione di continuare con le dritte, andando però a rivolgerci a coloro che hanno già compreso come i sistemi di fondo del gioco funzionano, e desiderano semplicemente una base per sviluppare il proprio alter ego e le sue build. Non abbiamo intenzione di entrare mostruosamente nel dettaglio di ogni specializzazione - anche perché, una volta dato uno scheletro da seguire, diventa abbastanza facile per il giocatore personalizzare a piacere - ma intendiamo comunque descrivervi alcune delle nostre scelte preferite, con le dovute motivazioni.

Build 1: magia portami via

Partiamo, ovviamente, dalla scelta "facile". Lo abbiamo ripetuto fino allo sfinimento ma ve lo diremo ancora: in Demon's Souls la magia è una sorta di "easy mode" che fa calare esponenzialmente la difficoltà delle fasi iniziali e risulta spaventosamente efficace per tutta la campagna. Solo un paio di boss nel gioco le resistono, ma di norma gli incantesimi di fuoco sono sufficienti a bypassare anche loro.

La classe di partenza deve essere una e una soltanto per questa build: il nobile. Oltre ad avere statistiche molto adatte a un mago, infatti, questa classe parte con un ottimo equipaggiamento, grazie al Silver Catalyst e a un anello odoroso che rigenera il mana permettendovi di abusare degli incantesimi meno costosi. Sbloccati i livelli, cercate di ottenere subito un incantesimo di fuoco dall'apprendista di Freke, e poi una volta liberato il saggio nella torre di Latria appropriatevi degli incantesimi più potenti, non scordandovi di portare l'intelligenza almeno a 24 per avere quattro slot liberi per le magie. Le statistiche a cui dovreste puntare sono 50 punti di magia (dopo il 50 il bonus al danno si fa limitato), 40 punti di intelligenza (dopo i quali non otterrete altri slot), e una trentina di punti di vitalità o più per sopravvivere al meglio.

Per quanto riguarda gli incantesimi, Soul Ray e Fire Spray sono più che sufficienti per devastare tutto, e Firestorm può eliminare davvero mezzo gioco se riuscite a liberare Yuria la strega e a farvelo insegnare. Non dimenticate peraltro che un incantesimo come Warding, che vi protegge da gran parte dei danni fisici, può essere una manna per una classe comunque un po' più delicata rispetto alle altre. L'equipaggiamento dovrebbe infine esser pensato per favorire il danno magico al massimo, quindi usate la Kris Blade (che aumenta la potenza delle magie, appunto), l'anello dagli effetti simili a quella lama che si trova al quarto piano della torre di Latria, e l'Insanity Catalyst ottenibile con l'anima del Monaco Giallo. Se avete bisogno di danno in corpo a corpo, invece, un'arma "crescent" o "moon" funziona alla grande (e nella prima zona del santuario delle tempeste c'è un comodissimo falcione di questo tipo che fa per voi).

Build 2: sacro guerriero

De1

Ah, il paladino: classe incredibilmente abusata per un sacco di ottime ragioni. In Demon's Souls un guerriero ibrido capace di usare magie sacre non è sottovalutabile, e può tranquillamente portarvi fino a fine gioco senza problemi, arrivando a fare i buchi anche in PVP se necessario. Ma vediamo come.

Qui le statistiche sono più complesse, e la classe di partenza consigliata è il Temple Knight (va bene anche il prete, ma comunque sarà una classe massiccia in fatto di armature, quindi la prima scelta è preferibile). Puntate a 40 punti di resistenza, 50 di fede, 40 punti di vitalità, e 20 punti di forza, con un'intelligenza almeno di 18 punti per mana e slot. Ora, potreste anche investire in 10 punti di magia per ottenere alcuni incantesimi molto utili da Freke, ma sta a voi decidere se sacrificare o meno altre statistiche per un po' di flessibilità in più. Molta gente lo fa per il PVP, perché "nebbia velenosa" è molto utile, e Warding rende una classe già molto corazzata e con capacità rigenerative quasi immortale.

E i miracoli? Beh, è facile: ira di dio è praticamente un obbligo vista la sua utilità e potenza in ogni situazione, la cura è molto utile all'inizio, Evacuate è fantastico per farmare anime e tornare rapidamente al nexus, e Second Chance vi dona una favolosa vita extra in battaglia. Non vi serve molto altro. Diverso il discorso per l'equipaggiamento, dove si consiglia l'armatura del re antico per la sua leggerezza e resistenza, un Talisman of God finché non si trova il Talisman of Beasts (che richiede il completamento della quest di Mephistopheles o Stonefang in tendenza nera), il Dark Silver Shield per essere protetti dalla magia, e una qualunque arma benedetta di vostra preferenza. Noi adoriamo la claymore, ad esempio, ma sono molte le opzioni alternative efficaci. Ah, contro gli invasori avere una Moonlight Sword potenziata è fantastico: fa meno danni della claymore benedetta +5, ma i suoi colpi non vengono parati... quindi tenetela a mente (anche perché esteticamente resta un'arma stupenda). L'anello rigenerante e quello del guerriero eterno chiudono una build davvero difficile da eliminare.

Build 3: grazie Astraea

Demons Souls Ps5 01

Blueblood Sword: una delle armi più devastanti del gioco, ottenibile con l'anima di Astraea dal fabbro. Le statistiche necessarie per usare questa spada sono molto elevate, ma è dotata di un moveset devastante, è tremenda in PVP, ha un modificatore altissimo se si alza la statistica fortuna, ed è in generale efficientissima in tutto. Il bello è che l'arma in sé potete anche attendere ad ottenerla, perché fino al suo recupero avrete comunque a che fare con una build flessibilissima capace di fare più o meno ogni cosa. Ah, la Blueblood Blade si potenzia con la magia, quindi potete aumentare ulteriormente i vostri danni consapevoli di questo.

Potete scegliere qualunque classe di partenza per questa build; tenete però a mente che dovrete obbligatoriamente raggiungere 18 di fede, 18 di forza, 18 di destrezza, e almeno 15 di intelligenza per utilizzare l'incantesimo Light Weapon. 38 di resistenza è consigliato per poter eseguire la combo completa della lama (anche se non indispensabile), mentre fortuna può venir lasciata a 20/25 punti per un bonus massiccio. Magia ve la consigliamo almeno a 30, perché aumenta enormemente i danni di Light Weapon, e quell'incantesimo è devastante con la Blueblood (inoltre avere magia alta è utilissimo per tutta la campagna, sia per utilizzare altri incantesimi, sia per usare il Crescent Falchion fino all'eliminazione di Astraea). Vitalità attorno ai 40/50 punti è una manna per restare vivi in PVP, infine.

Per le magie potete usare ciò che volete, ma, considerando che si tratta di una build pensata per le battaglie contro altri giocatori, prendete assolutamente seconda chance e Light Weapon. Come armatura invece va bene qualunque cosa non crei problemi alla vostra rigenerazione di stamina, laddove nella mano sinistra il Talisman of Beasts è praticamente un must (fino al suo recupero giratevi talismani e catalyst in base alle necessità).

E poi?

Queste tre build sono a nostro parere tra le più utili in assoluto, ma tenete a mente che tutte le scelte che desiderate sono potenzialmente funzionali se le gestite a dovere. Hiltless, anello della rigenerazione e destrezza a palate? Funzionalissimo. Doppia Moon Uchigatana per combo poderose e magie potentissime? Perfetto. Forza altissima, corazze pesanti, e un'arma Crushing (o la Dragon Bone Smasher)? Andate e spaccate tutto. Il bello del sistema di sviluppo dei soulslike è la flessibilità di approcci all'azione, e Demon's non fa differenza anche se si tratta di un loro prototipo. I nostri sono solo consigli, giocate come preferite.

Multiplayer.it Dark Mode in collaborazione con PlayStation 5 ™

CONTINUA A NAVIGARE