Bloodborne: una patch per PS4 lo fa andare a 60 frame al secondo, ma c'è un problema

Una patch per Bloodborne lo fa andare a 60 frame al secondo anche su una normale PS4, ma c'è un problema che non lo rende giocabile in questa maniera.

NOTIZIA di Luca Forte   —   29/04/2020
88

Una patch per PS4 di Bloodborne fa andare il gioco di From Software a 60 frame al secondo anche su una normale PS4. Sarebbe il sogno di molti, ma c'è un problema che non lo rende giocabile in questa maniera: per via di come lo studio giapponese ha creato il suo capolavoro, il gioco corre solamente al doppio della velocità.

Un'esperienza dinamica e complessa come Bloodborne sarebbe decisamente più godibile se giocata a 60 frame al secondo. Sfortunatamente, però, nonostante sia un'esclusiva di Sony, Bloodborne non ha mai ottenuto una patch ufficiale per PS4 Pro e persino il boost mode, ovvero quella modalità che consente di giocare ai giochi per l'originale PlayStation 4 con prestazioni incrementate, non ha mai migliorato la situazione.

In questo modo è possibile giocare a Bloodborne solamente a 1080p e 30FPS anche su di una PS4 Pro. Questo perlomeno finora. Il modder Lance McDonald ha finalmente lavorato sul gioco e ha trovato un modo per aumentare il frame rate di Bloodborne a 60 fotogrammi al secondo. Sfortunatamente, però, questo non sembra esaudire il sogno di molti: per "colpa" di come la logica del gameplay è stata concepita, aumentare il frame rate significa sostanzialmente raddoppiare la velocità di Bloodborne.

Non esattamente la cosa sperata, visto l'effetto Benny Hill che si crea. Probabilmente è per questo che From Software non ha mai creato una patch ufficiale per il suo capolavoro, dato che richiederebbe un lavoro molto più complesso di un semplice aumento della risoluzione e del frame rate.