Cyberpunk 2077 e class action, CD Projekt RED determinata a difendersi dalle accuse

Dopo la notizia delle due class action riguardanti Cyberpunk 2077, CD Projekt RED ha dichiarato che intende difendersi vigorosamente dalle accuse.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   28/12/2020
72

Dopo la notizia delle due class action fatte partire da alcuni investitori per via della situazione di Cyberpunk 2077 su PS4 e Xbox One, CD Projekt RED ha dichiarato che intende difendersi vigorosamente dalle accuse.

Come riportato negli ultimi giorni, sono appunto due le class action che accusano CD Projekt RED di dichiarazioni ingannevoli circa lo stato di Cyberpunk 2077 su PS4 e Xbox One, cosa che ha determinato un ingente calo azionario.

La posizione degli azionisti che hanno avviato le class action è semplice: avendo lo studio polacco dichiarato che Cyberpunk 2077 girasse sorprendentemente bene su PS4 e Xbox One, salvo poi evitare accuratamente di mostrare tali versioni fino al lancio, sarebbe evidente la condotta scorretta che ha determinato la perdita azionaria.

Come detto, tuttavia, CD Projekt RED non vuole arrendersi a tale interpretazione, e in una breve nota ha dichiarato che intende difendersi "vigorosamente contro queste accuse".

Certo, allo stato attuale non è chiaro quale potrà essere la linea che l'azienda adotterà per dimostrare di non avere responsabilità in merito alla situazione e alle sue conseguenze per gli azionisti.

Nel frattempo, per non farsi mancare nulla, sembra siano piuttosto numerosi gli utenti che hanno chiesto il rimborso di Cyberpunk 2077 pur avendo completato il gioco.