Fallout 76: la patch 11 non convince e piovono critiche 27

La patch 11 di Fallout 76 sembra aver introdotto anche vari problemi o non averne risolti altri presenti da prima e la polemica tra i giocatori continua a montare.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   17/07/2019

Continua a non avere vita facile Fallout 76, visto che dopo il lancio alquanto disastrato anche l'ultimo aggiornamento 11 finisce al centro di diverse critiche da parte degli utenti.

Bethesda continua comunque a lavorare sull'RPG online, che in ogni caso può contare su una buona popolazione attiva ma proprio da questa arrivano feedback non troppo convinti sulla patch 11 di Fallout 76, recentemente rilasciata dal team. Non si tratta peraltro solo di critiche, ma di un misto di opinioni che comunque sembrano concordare sul fatto che la patch 11 rappresenti una sorta di tipico caso di "un passo avanti, due indietro". Una delle idee alla base della patch era infatti rendere il gioco più semplice per i nuovi utenti, ma tra i cambiamenti effettuati sembra siano spuntati nuovi problemi. Ci sono diverse segnalazioni specifiche: si parla del fatto di nemici leggendari che non rilasciano mai oggetti leggendari come loot, un'area in Whitesprings che a quanto pare uccide automaticamente chi vi entra, uno strano bug che toglie la testa del personaggio quanto viene rimossa la Power Armor e altri problemi.

Ovviamente, la polemica si è sollevata velocemente con una grande quantità di commenti anche piuttosto infervorati da parte degli utenti, preoccupati del fatto che Bethesda sembra stia ultimamente passando più tempo a cercare di modificare cose che più o meno funzionano tralasciando invece problemi presenti già da tempo. Inoltre, un altro aspetto che fa imbestialire l'utenza è la particolare attenzione che Bethesda sembra stia dedicando all'Atom Shop, ovvero il sistema che consente di accedere alle micro-transazioni in Fallout 76, mentre il gioco base continua a presentare numerosi aspetti problematici.