Fortnite rimosso da iOS e Android, Epic Games lotta per una riduzione dei margini

A quanto pare dietro la clamorosa rimozione di Fortnite dagli store iOS e Android c'è la volontà di Epic Games di lottare per una riduzione dei margini di Apple e Google.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   14/08/2020
92

Fortnite è stato rimosso dagli store ufficiali per i dispositivi iOS e Android, come riportato nelle scorse ore, ma quali sono i motivi della lotta che Epic Games sta portando avanti?

Dopo che Fortnite è stato rimosso dall'App Store, Epic Games ha pubblicato un trailer che si rifà al celebre spot Apple del 1984, a dimostrazione del fatto che l'operazione era stata pianificata da tempo.

Quando poi Fortnite è stato rimosso anche da Android, Epic Games ha confermato di aver intentato causa legale sia nei confronti di Apple che di Google, denunciando le due aziende per aver monopolizzato i rispettivi marketplace.

Ma quali sono le reali motivazioni del team autore di Fortnite? "Combattiamo per avere piattaforme aperte e per un cambiamento delle politiche di vendita che vada equamente a beneficio di tutti gli sviluppatori", ha scritto su Twitter Tim Sweeney.

Come osservato dal giornalista Jason Schreier, la battaglia portata avanti da Epic Games sembra puntare a un'estensione del sistema dei margini al 12% presente su Epic Games Store alle piattaforme App Store e Google Play Store.

Sarà molto interessante vedere chi la spunterà alla fine, nella speranza che a guadagnarci siano anche gli utenti finali.