Roblox: una bambina ha speso oltre 5000€ in microtransazioni all'insaputa del padre 28

Una bambina inglese ha speso in poche settimane oltre 5000€ in microtransazioni di Roblox all'insaputa del padre: "pensavo fossero i soldi del Monopoli."

NOTIZIA di Luca Forte   —   06/07/2020

Una bambina inglese ha speso in poche settimane oltre 5000€ in microtransazioni di Roblox. Il tutto, ovviamente, all'insaputa del padre, che si è autodefinito non particolarmente scafato con la tecnologia. La bimba, colta in flagrante, ha detto di non sapere cosa stava facendo, dato che pensava "fossero come i soldi del Monopoli."

Il tutto è avvenuto in questi giorni di lockdown nei quali molte persone si sono trovate "costrette" a imparare a sfruttare la rete e le tante possibilità che questa offre. Per esempio, Steve Cumming, ha imparato ad utilizzare i sistemi di pagamento online. Una necessità resasi necessaria anche per accontentare la figlia di 11 anni che voleva un qualche oggetto in-game di Roblox.

Ignaro dell'errore, il padre pensava che la questione fosse finita lì. In realtà la figlia ha continuato a sfruttare la carta di credito del genitore per fare centinaia di acquisti differenti. A fine mese, però, è arrivato il conto pari a 4.642 sterline, ovvero più di 5mila euro.

Ovviamente Steve Cumming ha chiesto un rimborso e lo sviluppatore di Roblox glielo ha immediatamente concesso dicendo che è sempre disponibile a restituire i soldi spesi per errore nel suo gioco. Il genitore, però, si chiede come sia possibile che un gioco spinga a fare tutti questi acquisti e non ponga dei limiti di spesa di qualche tipo, soprattutto se a utilizzarlo sono dei minori.

Anche per casi come questo, la Camera dei Lord inglese ha chiesto che le Casse premio siano classificate come gioco d'azzardo, così da evitare che problemi di questo genere si ripresentino in futuro.

Non è, però, necessario essere un genitore non molto esperto di tecnologia per essere "fregati" dai figli in questo modo: anche il guru Marco Montemagno ha avuto un'esperienza del genere.