From Software e Martin all'E3 2019

Proviamo a ricapitolare le voci di corridoio sul misterioso progetto di From Software che dovrebbe coinvolgere George R.R. Martin.

SPECIALE di Giorgio Melani   —   02/06/2019
37

Oltre ad essere diventata un'inarrestabile fucina di successi, From Software in questi anni si è dimostrata anche una delle poche software house in grado di custodire i propri segreti in maniera piuttosto efficace, dunque è difficile riuscire a parlare di un loro prossimo progetto se questo non è ancora stato presentato, figurarsi se non è nemmeno stato annunciato ufficialmente. Tuttavia, l'aura sacrale che circonda il team nipponico ormai rifulge nella community di videogiocatori e presso la stampa specializzata, dunque anche in mancanza totale di informazioni solide ci ritroviamo a piazzare il misterioso nuovo progetto di From Software tra i titoli più attesi che potrebbero fare la loro comparsa all'E3 2019. Un hype simile si era già verificato all'epoca di Sekiro: Shadows Die Twice, quando il prodotto ancora non era noto in maniera completa e ci si riferiva al gioco solo con il sottotitolo, ma almeno in quel caso il team aveva pubblicato un minuscolo teaser in grado di dare un minimo di base alle teorie più disparate, mentre in questo caso brancoliamo veramente nel buio.

Se3


Tutto quello che sappiamo del fantomatico nuovo progetto di From Software, però, basta e avanza per esaltare non solo gli appassionati delle produzioni classiche del team, ma anche un'ampia fetta di pubblico che magari ha apprezzato Game of Thrones, e con il successo raggiunto dalla serie TV relativa, l'utenza potenzialmente interessata dal gioco è diventata gigantesca. Questo perché il nuovo gioco di From Software, si narra ormai da un po' di tempo a questa parte, pare sia stato sviluppato in collaborazione con George R.R. Martin, l'autore de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco da cui è tratto il noto Il Trono di Spade. Sebbene possa sembrare una specie di teoria fanmade delle più sfrenate, costruita su misura per esaltare gli appassionati di fantasy medievale e videogiochi, ci sono in effetti alcune prove che darebbero consistenza a questa voce di corridoio, a cui si aggiunge anche il fatto che tutto il progetto sarebbe già in produzione sotto l'etichetta di Bandai Namco. Tutto questo basta a farci guardare con ulteriore interesse all'E3 2019 e in particolare all'evento del publisher nipponico o forse direttamente alla conferenza Xbox di apertura.

Le origini del mito

La storia parte da piuttosto lontano, anche se i contorni più interessanti si sono aggiunti solo negli ultimi mesi. Diverso tempo fa emersero le prime voci su un nuovo videogioco ad ambientazione fantasy medievale da parte di From Software, una sorta di action RPG open world caratterizzato da vari regni da esplorare, sebbene non fosse facile distinguere le caratteristiche in questione da un capitolo della serie Dark Souls o derivati, dunque la questione ha mantenuto contorni piuttosto confusi per svariati mesi. Solo ultimamente, in particolare lo scorso marzo, la questione ha assunto un'altra portata quando il giornalista Liam Robertson ha iniziato a spargere la voce di un gioco From Software sviluppato in collaborazione con George R.R. Martin e pubblicato da Bandai Namco. Diverse caratteristiche di questo titolo corrispondevano, in effetti, ad alcune informazioni che altri giornalisti avevano già ottenuto in precedenza e i tasselli sembravano dunque combaciare e confermare l'idea di un nuovo action RPG open world ad ambientazione fantasy ma tendente al medievale, con la quale lo scrittore in questione calzava a pennello.

Games Of Thrones 8 1


Secondo la nuova ondata di leak, il titolo From Software doveva essere un gioco pienamente open world, in grado di consentire un'esplorazione piuttosto libera di diversi regni, caratterizzati da scenari, nemici, architetture e situazioni diverse. La meccanica del gioco doveva garantire la possibilità di potenziare il protagonista conquistando progressivamente nuove abilità, in particolare sconfiggendo i sovrani dei vari regni da esplorare come in una sorta di Mega Man in salsa Dark Souls. La presentazione del nuovo e misterioso gioco, già in base a queste testimonianze di tre mesi fa, doveva avvenire all'E3 2019. La voce di corridoio ha preso consistenza nel frattempo e, di fatto, non ha incontrato alcuna smentita ufficiale da parte dei diretti interessati, cosa che ha contribuito a rafforzarla ulteriormente. A questo punto, sebbene non ci sia stata alcuna conferma al riguardo, questa fantomatica produzione di From Software è diventata uno dei titoli più attesi dell'E3 2019, pur non avendo nemmeno un nome.

Great Rune

La questione si è ulteriormente rinvigorita in queste ultime settimane, con altre voci di corridoio e indizi che sono andati a corroborare l'idea dell'inedita partnership tra il team giapponese e lo scrittore oltre a fornire ulteriori connotati al progetto. Quest'ultime informazioni arrivano da due direttrici diverse: da una parte è stato lo stesso George R.R. Martin a riferire di aver recentemente lavorato come consulente per un videogioco in sviluppo in Giappone, cosa che ovviamente è bastata a consolidare l'idea della collaborazione con From Software, dall'altra è arrivato un altro blocco di informazioni da parte di fonti non meglio identificate sul web e dunque difficili da verificare, tanto più che diversi dettagli sono stati distribuiti a partire dal forum 4chan, rendendo praticamente impossibile stabilirne l'autenticità. Tuttavia, tutto sembra tornare: il sito Gematsu ha riferito di aver ricevuto conferma, da parte di una fonte vicina al team, di un progetto segreto presso From Software identificato con il nome in codice "GR". A breve distanza, il modder TKGP sembra abbia scoperto, nascosta nel codice di Sekiro: Shadows Die Twice, una cartella chiamata proprio "GR" che sembra contenere materiali in grado di collegare il nuovo progetto all'utilizzo del motore grafico interno di From Software, invece dell'Unreal Engine 4 com'era stato precedentemente ipotizzato.

From Software e Martin all'E3 2019


Una serie di dettagli sono poi emersi a comporre un quadro più preciso del gioco, il cui nome provvisorio, a quanto pare, sarebbe Great Rune: tutte le voci convergono sul fatto che sia un action RPG open world, anche se sull'apertura del mondo persistono valutazioni discordanti, in ogni caso dovrebbe trattarsi di scenari più aperti di quella solitamente riscontrabili negli altri giochi From Software, peraltro esplorabili principalmente a cavallo. Altre informazioni parlano di un'ambientazione nordica, forse scandinava o celtica, come suggerisce anche il riferimento alle rune nel titolo, anche se quest'ultimo aspetto è ancora piuttosto dibattuto. È ovvio che si tratta di un progetto dal potenziale enorme: Great Rune (o Project Rune) metterebbe infatti insieme le capacità narrative di Martin con il gameplay del gruppo di Miyazaki, peraltro unendo in questo modo due entità in grado di creare delle lore particolarmente profonde e ricche, perfettamente associabili a un RPG di alto profilo, che godrebbe comunque di un sistema di combattimento altrettanto curato. A questo punto è ben chiaro come questo titolo sia una delle "sorprese" più attese dell'E3 2019, con possibile appuntamento fissato per la conferenza Xbox il 9 giugno alle 22:00.

From Software e Martin all'E3 2019