Final Fantasy 7 Remake è stato annunciato troppo presto, per Tetsuya Nomura 138

Square Enix doveva prendersi più tempo prima dell'annuncio di Final Fantasy 7 Remake, per non trovarsi in mezzo ai problemi

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   25/06/2018

Final Fantasy 7 Remake è stato uno dei grandi assenti dell'E3 2018. Molti si aspettavano di vederlo tornare in azione con del gameplay, ma Square Enix ha preferito non mostrare nulla. Probabilmente il cambio di team di sviluppo è stato più traumatico di quanto sia stato fatto trasparire e ancora non c'è niente di definitivo da mostrare.

Comunque sia, Tetsuya Nomura, il game director di Final Fantasy 7 Remake, si rende perfettamente conto del problema causato dall'aver annunciato il gioco così tanti anni fa (durante l'E3 2015): troppo presto, per sua stessa ammissione. Ne ha parlato con il nostro Vincenzo Lettera in un'intervista, in cui si mostrato davvero coinvolto nella questione. Leggiamo:

"È fantastico quando riusciamo a tenerlo segreto il più a lungo possibile, ma oggi un sacco di progetti importanti sono vittima di rumor e fughe di notizie. Onestamente preferisco che siamo noi a rivelare ufficialmente un nostro gioco anziché vedere un leak o un rumor girare online.

Specialmente quando parte dello sviluppo viene dato in outsourcing ad altre compagnie, c'è sempre il rischio che persone esterne al team diffondano informazioni e immagini online. È ancora peggio quando, durante lo sviluppo, gira un rumor fasullo a cui la gente comincia a credere, e bisogna decidere se rispondere e smentire.

Anche con il remake di Final Fantasy 7 è successa la stessa cosa: sono consapevole del fatto che lo abbiamo annunciato molto presto, ma nell'industria cominciava già a girare la voce che stavamo lavorando al gioco, così abbiamo deciso di non tenerlo più segreto e rivelarlo ufficialmente."