The Last of Us 2: Naughty Dog racconta com'è nata la chitarra interattiva di Ellie

The Last of Us 2 contiene un bel frammento di gioco dedicato alla chitarra di Ellie ed è un particolare su cui Naughty Dog ha investito molta passione.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   26/11/2021
62

The Last of Us 2 torna ad essere protagonista di un nuovo post sul blog ufficiale di PlayStation, in questo caso incentrato su uno dei particolari più apprezzati del gioco, ovvero il mini-game legato all'uso della chitarra di Ellie.

Il frammento di gioco in questione è in effetti ben più di un semplice mini-game, visto che consente, in pratica, di suonare liberamente una grande quantità di accordi e la cura riporta anche in un particolare così piccolo risulta enorme anche a una semplice visione.

Ellie che suona la sua chitarra secondo i comandi dei giocatori
Ellie che suona la sua chitarra secondo i comandi dei giocatori

È dunque interessante notare i retroscena che hanno portato alla creazione di una tale sezione di gioco, partita con l'idea di essere un mini-game e diventata poi un modo creativo per esprimersi.

Come riferito da Naughty Dog sul PlayStation blog, l'idea alla base era dare importanza alla chitarra, come elemento di unione e continuità tra Joel ed Ellie. Tuttavia, inserire un minigioco musicale in stile rhythm game avrebbe stonato con l'atmosfera generale di The Last of Us 2, spiegano gli sviluppatori, inoltre, quando Ellie suona la chitarra lo fa in momenti molto riflessivi e lirici.

"Sapevamo fin dall'inizio di voler evitare i minigiochi basati sul ritmo. Si tratta di esperienze divertenti, ma preferivamo qualcosa di più affine all'introspezione, all'espressione del proprio io, non un susseguirsi di riff, combo e virtuosismi vari". Con queste idee in mente, e partendo dalla registrazione effettuata in mo-cap di Ashley Johnson che canta "Take on Me" degli A-ha, gli sviluppatori hanno iniziato a sperimentare anche prendendo spunto da alcune app musicali, in modo da sfruttare in qualche modo il touchpad del DualShock 4.

Da lì è partita una ricerca appassionata di perfezionamento di questa apparentemente piccola parte di The Last of Us 2, ma che evidentemente ha assunto un grande significato anche per gli sviluppatori. I giocatori, in effetti, hanno apprezzato molto e hanno frequentemente utilizzato questo sistema musicale interno al gioco per riprodurre canzoni o crearne di nuove.

Per quanto riguarda la serie in questione, a questo punto siamo in attesa di vedere lo show televisivo di HBO, considerando che Neil Druckmann ha completato i lavori al riguardo, nel frattempo. Ricordiamo inoltre che The Last of Us 2 è stato inserito su PlayStation Now a ottobre 2021 e sarà disponibile nel catalogo del servizio fino al 3 gennaio 2022.