Final Fantasy 7 Remake all'E3 2019, il grande ritorno 72

Dopo lo State of Play di inizio maggio, Final Fantasy 7 Remake potrebbe tornare protagonista all'E3 2019. Riuscirà Square Enix a tenere fede alle aspettative che circondano il progetto?

SPECIALE di Davide Spotti —   02/06/2019

Final Fantasy 7 Remake è tornato sotto ai riflettori in occasione dell'ultimo State of Play di Sony, ma il materiale mostrato ai primi di maggio sembra essere solo un piccolo assaggio di ciò che Square Enix sembra avere in serbo per i fan. Quando? Presumibilmente già all'E3 2019. A dirla tutta il publisher nipponico non ha ancora confermato se il gioco sarà effettivamente presente a Los Angeles, ma quel "ulteriori novità in arrivo a giugno", apparso al termine dell'ultimo video, lascia presagire altri dettagli proprio in concomitanza con la kermesse californiana. Chiaramente è ancora presto per sbilanciarsi su cosa diventerà Final Fantasy 7 Remake in concreto. Se si tiene conto dell'impatto che l'episodio originale ebbe all'epoca e se ci si sofferma anche sull'enorme aura nostalgica che circonda tuttora l'opera ad oltre vent'anni dalla sua uscita, il pericolo di fare il passo più lungo della gamba non sembra un'ipotesi poi tanto balzana. Questa generazione ha dimostrato che il mercato della nostalgia può essere uno strumento potenzialmente efficace, a patto di saperne bilanciare i rischi e conservare un approccio adeguato al contesto.

Ff4

Tra gli esempi virtuosi ricordiamo sempre con piacere Shadow of the Colossus e a Resident Evil 2. Mentre il primo ha mantenuto un approccio canonico - complice la minore distanza generazionale tra le due opere - il secondo si è spinto decisamente oltre, lasciandosi apprezzare proprio per aver saputo coniugare l'adeguamento agli standard contemporanei con la solidità dell'esperienza di gioco. È ancora presto per dire se Square Enix sarà capace di percorrere questo stesso sentiero con Final Fantasy 7 Remake, ma per lo meno le nuove sequenze di gioco mostrate nelle scorse settimane hanno contribuito a ravvivare l'attenzione dei giocatori dopo un lungo silenzio radio.

La rinascita di un grande classico

Come è noto, Final Fantasy 7 Remake è una completa ricostruzione dell'episodio originale pubblicato sulla prima PlayStation nel 1997. L'opera si prefigge di mantenere intatta la componente narrativa, i luoghi e i personaggi, a fronte di una massiccia reinterpretazione che ha per oggetto il versante tecnico, il ritmo della narrazione e le meccaniche di gioco. Il remake sarà drasticamente differente dall'originale innanzitutto per quanto riguarda il sistema di combattimento, passato dal tradizionale sistema a turni a una gestione in tempo reale che sembra mescolare elementi action RPG già visti in Final Fantasy XV all'Active Time Battle dinamico di Final Fantasy XIII. Non è tutto, dato che Square Enix ha già confermato la suddivisione del titolo in più parti, con contenuti originali ridisegnati da zero tenendo conto delle specifiche esigenze del remake. Insomma, se per un verso la struttura episodica è ormai fuori discussione, per l'altro non è stato ancora chiarito quali saranno le modalità con cui il prodotto verrà proposto al pubblico. Da più parti si propende per l'ipotesi della trilogia, che di fatto permetterebbe di diluire i contenuti dando più tempo a Tetsuya Nomura e soci di curare il lavoro nei minimi dettagli. D'altra parte una formula di questo tipo implica rimaneggiamenti alla sceneggiatura che lasciano comunque aperto qualche punto interrogativo in vista del risultato finale. Per Square Enix si tratta di una grossa occasione ma anche di una bella responsabilità, un po' per il peso storico che possiede il settimo capitolo della serie e un po' per l'importanza dello stesso nella totalità della saga (con oltre undici milioni di copie vendute).

Ff3

Recenti indiscrezioni circolate su Reddit suggeriscono che in realtà il gioco potrebbe essere ripartito soltanto in due episodi proposti a prezzo pieno. Se così fosse, fruire Final Fantasy 7 Remake nella sua interezza equivarrebbe ad acquistare due titoli tripla A; non è ancora chiaro, tuttavia, con che divisione a livello temporale. Un'altra informazione circolata negli ultimi giorni fa riferimento all'esistenza di una demo per PlayStation 4, che a quanto pare dovrebbe essere messa a disposizione dei giocatori che parteciperanno all'E3 2019, per poi essere pubblicata anche sul PlayStation Network qualche giornata più tardi. Al di là del versante strettamente ludico, che andrà approfondito in modo analitico a tempo debito, ciò che l'ultimo trailer ha permesso di valutare è soprattutto l'evoluzione raggiunta dal progetto dal punto di vista estetico, come evidenziato dai recenti video che hanno messo a confronto i vecchi filmati di presentazione e la nuova incarnazione messa in mostra durante l'ultimo State of Play. Prevedibilmente in questi anni l'opera è andata incontro a una corposa revisione di carattere estetico, che ha comportato interventi a livello cromatico e variazioni di specifici dettagli riferiti ai personaggi. Vale la pena ricordare anche che Final Fantasy 7 Remake rimane un progetto per PlayStation 4, seppur originariamente presentato come esclusiva temporanea. Dal primo annuncio è trascorso molto tempo, ma da allora l'approdo dell'opera su altre piattaforme non è mai stata chiarita da fonti ufficiali. Sembra tuttavia che potrebbero esserci presto novità anche in questo senso, per lo meno a giudicare dai recenti rumor provenienti dai listini di GameStop, dove si fa riferimento a un'ipotetica versione Xbox One. Ancora pochi giorni di pazienza e finalmente dovremmo saperne di più. Stay tuned.

Ff5