Cyberpunk 2077: i rimborsi colpiscono Masahiro Sakurai di Smash Bros, "è un gioco da sogno"

Cyberpunk 2077 è piaciuto a Masahiro Sakurai, il quale si è detto anche molto colpito per la questione dei rimborsi offerti dagli sviluppatori.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   13/01/2021
177

Cyberpunk 2077 è piaciuto a Masahiro Sakurai di Nintendo, responsabile storico della serie Super Smash Bros., il quale si è detto anche particolarmente impressionato dalla questione dei rimborsi, anche da un punto di vista positivo.

"Mettere a disposizione dei rimborsi è qualcosa che mi smuove dal punto di vista emotivo, questo tipo di onestà non l'avevo mai vista prima", ha affermato Sakurai, che forse da buon sviluppatore tradizionalista non ha avuto molto a che fare con iniziative del genere nella sua carriera, anche perché difficilmente si sarà trovato in condizioni simili.

In ogni caso, l'autore di Super Smash Bros. Ultimate ha provato Cyberpunk 2077 ed è rimasto favorevolmente colpito dal gioco di CD Projekt RED, che considera una sorta di gioco da sogno, nel senso di un progetto ambizioso e costruito su grandi idee e anche di realizzazione estremamente complessa.

"Quando l'ho provato su PS4 Pro, potevo giocarci senza problemi (verso il 20 dicembre 2020). Andava quasi a 30 frame al secondo", ha spiegato Sakurai all'interno della sua rubrica periodica pubblicata sulla rivista nipponica Famitsu. "Ho giocato l'inizio anche su PC e ho incontrato diversi bug, in effetti".

In ogni caso, Sakurai vuole esprimere la sua stima per CD Projekt RED e il suo nuovo RPG: "Cyberpunk 2077 è un gioco da sogno, mi domando quanta progettazione e produzione è stata necessaria per portarlo a termine". Secondo Sakurai, il fatto che un gioco di questo calibro sia anche multipiattaforma, "È abbastanza per farmi dire che è meraviglioso", ha affermato. "Supporto questo gioco dal profondo del cuore anche per la sincerità dimostrata con la questione dei rimborsi", ha scritto con grande trasporto Sakurai.

Peccato che non siano in molti a pensarla come lui, visto che il gioco ha raggiunto 5 cause legali nel solo USA, stabilendo forse un nuovo record per un videogioco.

Photo5951812112697373454