Cloud Gaming: quale servizio scegliere?

Una panoramica completa dei più popolari servizi di cloud gaming per aiutarvi a scegliere quello più adatto alle vostre esigenze

SPECIALE di Peter Vogric   —   28/12/2020
70

Continuiamo a ripetervelo giorno dopo giorno: il cloud gaming non è più in fase sperimentale e sta diventando finalmente una realtà concreta. Molti utenti potrebbero quindi trovare in questi servizi il perfetto compromesso per entrare mondo dei videogiochi, superando così la fastidiosa barriera d'ingresso rappresentata dall'acquisto di una macchina da gioco. Poter giocare ai titoli presenti sulle console di nuova generazione e PC tramite un qualsiasi dispositivo spesso già in nostro possesso è sicuramente un vantaggio non trascurabile.

Tutto quello che richiedono questi servizi di cloud gaming è una buona connessione ad internet per potervi trasportare nel mondo dei videogiochi con la massima semplicità ed immediatezza. Nessun download, aggiornamento e tempi d'attesa ridotti al minimo con la massima accessibilità possibile. Basta infatti aprire l'apposita applicazione sul vostro smartphone, tablet, TV, PC e ed avviare il videogioco desiderato. Fantastico no? In pochi mesi è nata una concorrenza piuttosto agguerrita in questo settore, infatti oltre alle aziende popolari nell'ambito dei videogiochi, si sono aggiunti anche i colossi come Google e Amazon. Attualmente tra i servizi più diffusi troviamo il cloud gaming xCloud di Microsoft, Playstation Now di Sony, GeForce Now di Nvidia, Stadia di Google e Luna di Amazon. Ognuno di essi ha un modello di business leggermente diverso e propone un'offerta differente all'utente finale. In questo articolo cercheremo di fare un po' di chiarezza per aiutarvi a scegliere il servizio di cloud gaming più adatto a voi e al vostro modo di giocare.

Google Stadia

Google Stadia è un servizio disponibile in forma completamente gratuita, anche se con qualche piccola limitazione. Il suo modello di business si basa infatti sull'acquisto dei videogiochi e sull'abbonamento opzionale a Stadia Pro. Quest'ultimo, oltre ad offrire delle prestazioni migliori come la risoluzione 4K, mette a disposizione anche una piccola libreria di titoli gratuiti. Tra essi troviamo dei capolavori come Celeste e videogiochi popolari come PUBG. Il servizio ormai è disponibile sulla maggior parte dei dispositivi, recentemente infatti è arrivato il supporto nativo anche su iOS e iPadOS. Se vi piace acquistare dei videogiochi singolarmente, sapendo scegliere tra quelli presenti nella libreria offerta da Google, Stadia è sicuramente una valida scelta per voi. Acquistando per esempio capolavori come Red Dead Redemption 2, Doom Eternal e Assassin's Creed Valhalla, otterrete la licenza per poterli giocare sempre su qualsiasi dispositivo, senza ulteriori costi o abbonamenti. Il lato negativo sono i prezzi, spesso piuttosto elevati per titoli con qualche anno sulle spalle. Presto però siamo sicuri che verranno proposti degli sconti ed offerte in modo da avere un'ampia scelta anche con una spesa minima. Il modo migliore avvicinarsi a Google Stadia è sicuramente l'acquisto della Premiere Edition, che in un unico pacchetto offre il controller ufficiale, il Chromecast Ultra e 3 mesi di abbonamento a Stadia Pro.

Microsoft xCloud

Sony Ruba Xbox 03

Il servizio di cloud gaming di Microsoft è incluso nell'abbonamento Xbox Game Pass Ultimate. Con un costo fisso mensile di 12,99€ al mese avrete accesso ad un'ampia libreria composta da più di 300 titoli, comprese tutte le esclusive Xbox. Questi videogiochi, oltre a poter essere riprodotti via cloud, possono essere goduti anche localmente su PC o Xbox, qualora possedete anche queste macchine da gioco. Purtroppo però, il servizio via cloud è attualmente disponibile esclusivamente sui dispositivi mobili Android. Microsoft ha già dichiarato di volerlo portare anche su PC, iOS e Smart TV, rendendolo un servizio universale proprio come gli altri.

Il principale vantaggio rispetto alla concorrenza è l'accesso garantito a tutta la libreria offerta dal Game Pass. Se siete dei videogiocatori ai quali piace giocare un po' di tutto, potendo scegliere in un vasto catalogo "alla Netflix", questo servizio potrebbe fare al caso vostro. Avendo l'abbonamento mensile avrete la possibilità di giocare a titoli come Control, Doom Eternal, Battlefield V, FIFA 20, Halo e molti altri. Inoltre, ogni esclusiva Xbox in arrivo nei prossimi anni, verrà automaticamente aggiunta il giorno d'uscita all'interno di questa libreria. Se quindi attendete i prossimi titoli come Halo Infinite, Avowed o Forza Motorsport e volete giocarli in streaming su una qualsiasi piattaforma compatibile, allora il servizio Microsoft è quello che fa per voi. Per gli amanti dei videogiochi Electronic Arts, l'abbonamento al Game Pass Ultimate include anche il servizio EA Play con un catalogo di più di 60 giochi. Quelli meno recenti sono disponibili gratuitamente nell'abbonamento, mentre le nuove uscite sono giocabili per un periodo di prova di 10 ore.

Sony Playstation Now

Psnow Playstation Now Logo Corretto 3

Sony dall'altra parte offre un servizio molto simile a quello di Microsoft, ma con un modello di business leggermente diverso. Playstation Now è attualmente disponibile solamente sulle console Playstation, PC e Mac, ma forse arriverà anche su dispositivi mobile in futuro. Anche qui bisogna sottoscrivere un abbonamento mensile al costo di 9,99€ al mese per poter accedere ad una vasta libreria di videogiochi. Al suo interno troverete delle esclusive Playstation come Horizon Zero Dawn e Days Gone, ma Sony non aggiungerà le prossime uscite al giorno del lancio come invece ha promesso di fare Microsoft. Il catalogo di Playstation Now viene comunque aggiornato spesso con l'aggiunta di nuovi interessanti titoli. Lo consigliamo sopratutto a coloro che vogliono godersi qualche esclusiva Playstation, pur non avendo una console Sony. Purtroppo però potete sfruttare il servizio in streaming esclusivamente su PC e Mac. Su Playstation 4 e Playstation 5 invece potrebbe essere un ottimo modo per aggiudicarsi una vasta libreria di titoli da giocare sia in locale che sul cloud. Speriamo che Sony migliori l'accessibilità del servizio in futuro per poterlo avere anche su altre piattaforme.

Nvidia GeForce Now

Img 3545

Il servizio di Nvidia mette a disposizione i loro potenti server per giocare ai titoli acquistabili su PC. Collegandoci al loro client è possibile infatti avere accesso ai videogiochi acquistati su Steam ed altri negozi digitali compatibili. In questo modo possiamo godere dei vantaggi offerti dal mercato PC, pur non possedendo questa macchina da gioco. Per esempio è possibile acquistare tranquillamente Cyberpunk 2077 su Stream per poi giocarlo al massimo su GeForce Now con tanto di 4K e Ray Tracing. GeForce Now è disponibile gratuitamente con la limitazione di 1h di gioco senza interruzioni, oppure con un pacchetto fondatori da circa 30€ per sei mesi. Un valido modo per accedere al cloud gaming su Windows, Mac, Android, iOS e Nvidia Shield. Questo servizio è consigliato a coloro che magari possiedono già dei titoli acquistati per esempio su Steam o Epic Store e vorrebbero giocarli in mobilità sfruttando la tecnologia dello streaming. Oppure potrebbe essere una valida scelta per chi non vuole rinunciare alle impostazioni e personalizzazione dell'esperienza di gioco offerta dal gaming su PC. Mentre gli altri servizi offrono principalmente un'unica soluzione di gioco con un preset di impostazioni grafiche, con GeForce Now è possibile andare a cambiare risoluzione, frequenza d'aggiornamento, qualità delle texture ed altro. La potenza dei server Nvidia non manca, quindi avrete il pieno controllo di tutte le impostazioni, proprio come su un PC da gaming molto costoso.

Amazon Luna

Infine tra quelli più popolari troviamo il servizio Amazon, attualmente ancora in fase di beta e quindi praticamente impossibile da utilizzare. Vogliamo però includerlo in questo articolo per darvi una panoramica sul modello di business scelto, in modo da poter magari valutare un acquisto in futuro. Amazon Luna infatti propone un servizio a canali, dove sarà possibile acquistare dei pacchetti di videogiochi ad un prezzo fisso mensile. Pagando per esempio circa 6 dollari al mese, avremo accesso ad una libreria di videogiochi offerta da Amazon stessa, proprio come su Playstation Now e Xbox Game Pass Ultimate. Inoltre, con una spesa aggiuntiva, potremo abbonarci ad altri canali come quello di Ubisoft, che ci darà accesso all'intera libreria del produttore per accedere ai titoli come Assassin's Creed Valhalla, Watch Dogs Legion e Immortals Fenyx Rising. Il servizio sarà disponibile su tutti i dispositivi come PC, Mac, Android, iOS e TV tramite la stick di Amazon. In futuro potrebbe quindi rivelarsi un'ottima scelta per coloro che vogliono di base una buona libreria di videogiochi, per magari periodicamente aggiungerci nuovi titoli con l'abbonamento a canali aggiuntivi. Ci aspettiamo che vengano infatti creati appositi canali per ogni gusto ed esigenza, in modo da ampliare e diversificare bene l'offerta del servizio. Proprio come Google Stadia, anche Amazon ha creato un controller dedicato a Luna, che si connette direttamente ai server via Wi-Fi in modo da ridurre l'input lag.

Conclusione

I servizi come Google Stadia e Nvidia GeForce Now vogliono legarci alla loro piattaforma con l'acquisto di singoli videogiochi, che rimarranno nella nostra libreria per sempre. Il loro modello di business assomiglia infatti all'acquisto di una console. Microsoft xCloud, Playstation Now e Amazon Luna invece puntano ad un abbonamento mensile rinnovabile. Questo ci permette di attivarli e sospenderli a piacimento a seconda delle nostre esigenze. La scelta migliore? Attualmente non esiste e dubitiamo che ci sarà in futuro. La concorrenza tra questi colossi del settore porterà indubbiamente a dei grossi vantaggi per l'utente finale. Spesso vedremo probabilmente promozioni ed offerte per ognuno di questi servizi, con titoli esclusivi che verranno lanciati solamente su alcune piattaforme.

Il nostro consiglio è quello di provarli tutti, perché ognuno offre un abbonamento di prova gratuito. Poi a seconda delle vostre esigenze ai titoli presenti e ai dispositivi compatibili, potete scegliere quello più adatto a voi. Non serve affatto possederli tutti, ma potrebbe essere una saggia scelta alternali ciclicamente. Ad esempio un utente potrebbe abbonarsi a Playstation Now per due mesi in modo da giocare Days Gone e Horizon Zero Dawn. Successivamente può disdire l'abbonamento Sony per passare a quello Microsoft e recuperare Gears 5 e Doom Eternal in altri due mesi di abbonamento, giocando magari qualche altro titolo sportivo offerto da EA Play. Poi potrebbe voler provare Cyberpunk 2077 al massimo delle sue potenzialità tramite il Ray Tracing di Nvidia GeForce Now ed infine ritornare su PUBG con gli amici tramite Stadia Pro. Il vantaggio di tutti questi servizi è proprio la loro accessibilità e possibilità di passare da uno all'altro sfruttando tutti i benefici offerti.