235

Cyberpunk 2077 sei mesi dopo: quanto è cambiato rispetto alla versione iniziale?

Abbiamo ripreso in mano Cyberpunk 2077 per vedere quali miglioramenti e correzioni sono state applicate da CD Projekt RED negli aggiornamenti rilasciati

SPECIALE di Peter Vogric   —   28/06/2021
Cyberpunk 2077
Cyberpunk 2077
News Video Immagini

Sono trascorsi ormai sei mesi dalla pubblicazione ufficiale di Cyberpunk 2077, il blockbuster piuttosto discusso uscito lo scorso dicembre. Dopo un lancio decisamente turbato da numerose critiche per la mancata ottimizzazione del titolo e per alcune caratteristiche assenti, gli sviluppatori di CD Projekt RED hanno definito una tabella di marcia per sistemare il software. Trascurando i diversi bug presenti nella versione finale di Cyberpunk 2077, su PC abbiamo potuto godere di un'ottima esperienza di gioco, tant'è che il voto assegnatoli in sede di recensione era tutt'altro che basso.

La vera problematica del titolo CD Projekt RED fu la mancanza di alcuni contenuti promessi e lo stato decisamente incompleto delle versioni Playstation 4 e Xbox One. Sony ha addirittura dovuto rimuovere il gioco dal PS Store per le numerose richieste di rimborso ricevute ed una qualità al limite della decenza su PS4.

Dopo essersi scusati pubblicamente per le numerose critiche e proteste degli utenti, gli sviluppatori polacchi si sono rimboccati le maniche per correggere Cyberpunk 2077 e puntare a raggiungere l'eccellenza tipica delle loro produzioni. Nel 2021 abbiamo ricevuto numerose patch correttive, anche se i problemi nel gioco permangono ancora. A questo punto vogliamo fare un punto della situazione, analizzando lo stato attuale di Cyberpunk 2077 a sei mesi dall'uscita su PC e console, anticipando le novità che potrebbero attenderci entro la fine dell'anno.

Un bug risolto è sempre un bug in meno

Roadmap originale per correggere e migliorare il gioco
Roadmap originale per correggere e migliorare il gioco

Lo stato iniziale di Cyberpunk 2077 fu tutt'altro che roseo. Il titolo presentava dei seri problemi sulle console di vecchia generazione, così come migliaia di bug riscontrabili in qualsiasi parte della mappa. Basta fare una rapida ricerca su YouTube o Reddit per rendersene conto.

Il primo obiettivo di CD Projekt RED fu abbastanza chiaro: correggere le problematiche più importanti, soprattutto quelle che causavano l'arresto improvviso del gioco. Ed è così che sono state programmate e distribuite due importanti patch correttive con la versione 1.1 e successivamente con la 1.2. Mentre la community stava continuando a scovare e segnalare nuovi errori di gioco, gli sviluppatori dovevano stare al passo, rilasciando altri fix minori. Al giorno d'oggi siamo arrivati dunque alla versione 1.23, la più recente attualmente disponibile sia su PC che su console. I miglioramenti su PS4 e PS5 sono evidenti, anche se alcune meccaniche di gioco come la gestione della polizia, oppure altri elementi come l'intelligenza artificiale dei nemici, presentano ancora qualche incertezza (in alcuni casi veramente imbarazzante).

Finalmente giocabile su Playstation 4 e Xbox One

L'ultima versione rilasciata per Cyberpunk 2077
L'ultima versione rilasciata per Cyberpunk 2077

Con la patch 1.23 il gioco è finalmente godibile anche sulle console di vecchia generazione. Oltre ad aver risolto numerosi bug presenti su tutte le piattaforme, gli sviluppatori hanno lavorato anche sull'ottimizzazione delle versioni Playstation 4 e Xbox One.

Queste console piuttosto datate hanno sofferto veramente tanto la mastodontica Night City. Il principale problema fu la stabilità del frame rate, il quale scendeva spesso anche sotto i 20 fotogrammi al secondo, portando l'esperienza veramente al limite della giocabilità. Con la recente patch la frequenza di fotogrammi si è stabilizzata a sufficienza, raggiungendo nella maggior parte dei casi i classici 30 FPS. Gli sviluppatori hanno dovuto però sacrificare altri elementi grafici per poter raggiungere questo risultato, come il caricamento rapido di alcune texture, così come la densità del traffico e della popolazione di Night City.

Il risultato finale è comunque nettamente migliore rispetto alla versione originale arrivata sul mercato lo scorso dicembre. Sony stessa ha riproposto recentemente il titolo sul PS Store, moderatamente soddisfatta dei miglioramenti apportati. Molto probabilmente c'è ancora spazio per ulteriori modifiche e perfezionamenti, che arriveranno nel corso dell'anno. Non aspettatevi però una resa complessiva nemmeno lontanamente simile a quella vista su PC, dove il Ray Tracing ed una maggiore potenza di calcolo permettono di vivere un comparto tecnico di un altro livello.

Conviene iniziare Cyberpunk 2077 oggi?

Molti utenti vedendo lo scandalo emerso all'uscita di Cyberpunk 2077 hanno subito annullato l'acquisto del titolo CD Projekt RED, consci del fatto che sarebbe stato più saggio recuperarlo in futuro. Una scelta indubbiamente sensata, infatti a distanza di sei mesi dal lancio ufficiale, il videogioco risulta essere nettamente più godibile. I numerosi bug e crash del software hanno appesantito l'esperienza di gioco, spesso rovinando delle missioni con un ottimo potenziale narrativo ed un gameplay originale. Al lancio la sensazione fu quella di avere tra le mani un videogioco in fase beta, che doveva essere ancora rifinito dagli sviluppatori. Di fatto al giorno d'oggi molti bug sono stati risolti ed è possibile giocare a Cyberpunk 2077 senza crash anche per decine di ore consecutive (cosa che dovrebbe essere considerata del tutto normale, ma coloro che l'hanno giocato al lancio sanno che non è così). Anche i pedoni si comportano in maniera più realistica, così come il traffico a Night City.

Guardando al grafico sottostante potete vedere come il numero di bug è stato ridotto notevolmente negli scorsi sei mesi, anche se non sappiamo quando si avvicinerà (senza probabilmente mai raggiungere) lo zero assoluto.

Grafico che mostra la stabilità del gioco in seguito alle patch rilasciate
Grafico che mostra la stabilità del gioco in seguito alle patch rilasciate

Le missioni possono essere svolte senza troppi intoppi dovuti ad una cattiva programmazione, così come l'esplorazione libera della città non ci fa imbattere costantemente in situazioni assurde (per quanto alcune di quelle previste dal mondo di gioco possano essere considerate "normali"). Complessivamente Cyberpunk 2077 è stato migliorato notevolmente, mantenendo chiaramente un'ottima struttura da gioco di ruolo in un'ambientazione futuristica veramente ben costruita. Insomma, la versione 1.23 attualmente disponibile è quella che ci aspettavamo al lancio, almeno per quanto riguarda la pulizia del software. Per ulteriori pregi (ma anche difetti) del gioco vi invitiamo a leggere la nostra recensione di Cyberpunk 2077.

Rispondendo invece alla domanda posta nel titolo del paragrafo, vi consigliamo assolutamente di provare il titolo nelle condizioni attuali, soprattutto se avete modo di farlo sulle console di nuova generazione, PC o Stadia. Però non aspettatevi però un prodotto perfetto, perché non lo è affatto. Cyberpunk 2077 nella versione 1.23 ha raggiunto un livello tollerabile di stabilità e pulizia per un software di queste dimensioni. Se invece non avete fretta, continuate a leggere, perché a fine anno potrebbero arrivare ulteriori sorprese.

Guardando al futuro

Night City in versione PC di Cyberpunk 2077
Night City in versione PC di Cyberpunk 2077

Recentemente CD Projekt RED ha tenuto una conferenza con i propri investitori, dove tra le altre cose, è stato discusso il futuro di Cyberpunk 2077. Attualmente il team di sviluppo ha incaricato più di 300 persone a migliorare costantemente il titolo e creare nuovi contenuti per l'universo di gioco. Si tratta di un numero considerevole dal quale forse ci si aspettava qualcosa di più.

Sappiamo che negli ultimi mesi le condizioni lavorative non sono state semplici per via della pandemia globale e l'obbligo in alcuni casi di ricorrere allo smart working. Di fatto però stiamo arrivando nella seconda metà del 2021 con un gioco privo di nuovi contenuti, nonché di qualsiasi piccola aggiunta come la tanto desiderata personalizzazione del nostro protagonista. Nello stesso lasso di tempo in seguito al lancio di The Witcher 3: Wild Hunt i medesimi sviluppatori sono riusciti a proporre una massiccia espansione, molto apprezzata dagli utenti.

Durante la riunione con gli investitori è stata proposta una nuova roadmap, diversa da quella annunciata in precedenza. Come potete vedere dall'immagine sottostante, la tabella di marcia definita è ora più generica, con l'arrivo di fix generici, DLC gratuiti e la versione Playstation 5 e Xbox Series X|S nella seconda metà del 2021.

Nuova roadmap definita dagli sviluppatori di CD Projekt RED
Nuova roadmap definita dagli sviluppatori di CD Projekt RED

Non abbiamo quindi nessuna data o periodo di rilascio di nuovi contenuti aggiuntivi, così come non sappiamo quando verrà rilasciata la tanto attesa edizione ottimizzata per le console di nuova generazione. Arrivati a questo punto, quello che ci aspettiamo è l'introduzione di una massiccia versione 2.0, in arrivo probabilmente verso la fine dell'anno, quando festeggeremo il primo anniversario del gioco.

In essa verranno racchiuse altre migliaia di correzioni, insieme a dei grossi miglioramenti sull'esperienza d'uso all'interno di Cyberpunk 2077. Contemporaneamente arriverà anche l'attesissima versione next-gen con il supporto al Ray Tracing ed altre funzionalità simili all'edizione per personal computer. Pure l'intelligenza artificiale potrebbe ricevere degli importanti miglioramenti, sia negli scontri a fuoco sia nel comportamento generale degli NPC a Night City. Ci aspettiamo inoltre l'arrivo di nuovi contenuti con DLC gratuiti, i quali devono invogliare i giocatori a tornare sul titolo. Ad esempio potrebbero introdurre nuove missioni, nuovi personaggi non giocanti di spessore, nuovi veicoli (forse anche volanti) ed in generale altre piccole chicche per arricchire questo vasto mondo di gioco.