PS5 sei mesi dopo il lancio

Trascorsi sei mesi in compagnia di PS5 siamo pronti per fare il punto della situazione e vedere cosa ci aspetta in futuro.

SPECIALE di Peter Vogric   —   12/05/2021
206

Il lancio di PS5 è stato indubbiamente molto particolare. L'industria del videogioco sta godendo di ottima salute, attirando l'attenzione di altre aziende e promuovendo l'introduzione di nuove tecnologie. Google e Amazon stanno tentando ad esempio di entrare nel settore con il cloud gaming, mentre Microsoft sta adottando una strategia basata principalmente sul suo servizio in abbonamento Game Pass. Siamo quindi in un periodo di cambiamento veramente unico, quasi epocale, per il mondo dei videogiochi ed in tutto questo è arrivata anche una pandemia globale. Sony in questo scenario veramente competitivo ha voluto rispettare la propria tabella di marcia, rilasciando la propria console di nuova generazione in Europa lo scorso 19 novembre. Oggi quindi festeggiamo i primi sei mesi di PS5 dall'uscita sul mercato.

Nonostante la situazione nel mercato console sembri piuttosto statica in questa prima metà dell'anno, in realtà sono successi parecchi fatti interessanti, oltre all'uscita di qualche titolo più che valido. Andiamo dunque a ripercorrere quanto successo, ricapitolando sia gli annunci fatti da Sony, i videogiochi presenti attualmente su Playstation 5, l'evoluzione dei servizi e tutto quello che circonda la console di nuova generazione della casa nipponica a sei mesi dal lancio sul mercato. Un paio di giorni fa abbiamo fatto un simile punto della situazione per Xbox Series X | S, che ovviamente vi invitiamo a leggere.

Disponibilità e design

Purtroppo uno dei più importanti problemi che ci siamo portati dal lancio fino al giorno d'oggi è legato alla disponibilità di Playstation 5. Stiamo vivendo una situazione veramente particolare nella quale c'è stato un enorme aumento della richiesta di componenti elettronici. Questo ha messo in crisi un intero settore, che si trova attualmente in grossa difficoltà per la mancanza di componenti hardware e l'enorme domanda nata negli scorsi mesi. Stando alle ultime notizie la situazione è ancora critica e non migliorerà significativamente fino al 2022, quindi da questo punto di vista non vi portiamo certo buone notizie.

Sony d'altra parte ha più volte confermato il proprio impegno nell'ottimizzazione della catena di produzione e distribuzione delle console con l'obiettivo di massimizzare le vendite ora che la domanda è alle stelle. Nonostante tutto, Sony complessivamente è riuscita comunque a vendere 7,8 milioni di console, battendo il record segnato da Playstation 4 nello stesso periodo di tempo. Ci dispiace dovervi dire che nei prossimi mesi non troverete facilmente la Playstation 5 su Amazon o qualsiasi altro negozio specializzato di tecnologia e videogiochi.

Contenuto della scatola di Playstation 5
Contenuto della scatola di Playstation 5

Coloro che sono riusciti a mettere le mani sulla console di nuova generazione, si sono ormai abituati alla suo particolare design e alle dimensioni piuttosto generose. A distanza di mesi, la console ci sembra ancora piuttosto vistosa nel nostro salotto, soprattutto per le dimensioni complessive della scocca. Il design moderno con delle linee veramente particolari aiuta indubbiamente a rifinire il suo aspetto, rendendola più elegante. Abbiamo notato come posizionandola in verticale risulti molto meno ingombrante, mentre in orizzontale si avvicina di più ad un vecchio registratore VHS se non fosse per le curvature appena citate. Insomma, non vogliamo lamentarci troppo del suo design, soprattutto ora che occupa un posto d'onore nel nostro salotto da diversi mesi. Ci siamo abituati alla sua forma e non la notiamo più come nei primi giorni dopo il lancio, rimane però un oggetto piuttosto vistoso che cattura facilmente l'attenzione.

Aggiornamenti e servizi

Loghi di Playstation Plus e Now
Loghi di Playstation Plus e Now

Come sempre accade con le console di nuova generazione, l'hardware tende ad avere qualche problema al lancio. Vi abbiamo già parlato del problema del drifting legato al controller Dualsense così come del famoso coil whine dovuto ad una scelta piuttosto conservativa delle componenti dedicata alla dissipazione del calore. Ci sono stati però alcuni intoppi anche sul software, come il bug della "Modalità Riposo" che causava il blocco della Playstation 5 ed altri piccoli grattacapi fortunatamente risolti con i recenti aggiornamenti.

Le novità portate da Sony nel recente firmware rilasciato ad aprile sono state veramente molto attese dagli utenti. Tra tutte le nuove funzioni disponibili è possibile finalmente utilizzare un SSD o hard disk esterno per archiviare i videogiochi Playstation 5. Questo ci aiuta a gestire meglio i 667 GB di spazio d'archiviazione effettivo offerto dalla console, i quali però nella maggior parte dei casi non hanno rappresentato un problema nei primi sei mesi dopo il lancio.

Dopo il meritato successo della Playstation Plus Collection dedicata a tutti i possessori di Playstation 5, Sony ha continuato ad espandere i suoi due servizi Playstation Plus e Playstation Now. Vi abbiamo già parlato di come questi potrebbero evolversi in futuro, grazie anche alla concorrenza sempre più agguerrita. Sul Playstation Plus sono approdati titoli veramente importanti come le esclusive Final Fantasy VII Remake e Days Gone. Allo stesso modo il Playstation Now prosegue la sua evoluzione con continui aggiornamenti dell'ampio catalogo offerto. La particolare situazione dovuta alla pandemia in corso ha dato spazio anche ad una piacevole iniziativa chiamata Play at Home con la quale Sony ha regalato a tutti gli utenti (abbonati e non) numerosi videogiochi spesso anche molto validi per aiutarli a trascorrere il tempo chiusi nelle proprie abitazioni.

Videogiochi

Parliamo finalmente dei videogiochi, il vero punto di forza di questa console Sony. Playstation ha saputo regalarci delle ottime esclusive al lancio per accontentare qualsiasi tipologia di videogiocatori. C'è stato Spider-Man Miles Morales, un evergreen per tutti, Demon's Souls per i giocatori più hardcore e Sackboy: A Big Adventure per gli utenti più casual. Successivamente a febbraio è uscito il trascurabile Destruction All-Stars, fortunatamente regalato con il Playstation Plus e non venduto a prezzo pieno. Nel mese di aprile invece abbiamo visto il debutto di Returnal, un titolo veramente originale e ben realizzato, elogiato nella recensione del nostro Francesco Serino.

Non sono mancati nemmeno videogiochi di terze parti i quali hanno saputo riempire i buchi tra un'esclusiva e l'altra. A dicembre abbiamo potuto mettere le mani sul discusso Cyberpunk 2077, che seppur rappresentava diverse problematiche, su Playstation 5 risultava comunque godibile. Non sono mancati nemmeno i classici titoli delle popolari serie come Assassin's Creed Valhalla, Call Of Duty: Black Ops Cold War e NBA 2K21. A febbraio abbiamo potuto apprezzare la versione Playstation 5 di Control, titolo candidato al premio Game Of The Year nel 2019. Nel mese di marzo invece ci siamo fiondati in Giappone con Yakuza: Like a Dragon, altro titolo più che discreto per arricchire lentamente il catalogo Playstation 5.

I prossimi sei mesi

In questa particolare situazione è veramente difficile fare delle previsioni per il futuro. La tabella di marcia di molti videogiochi in arrivo è stata completamente compromessa dalle difficili condizioni di sviluppo in smart working. Ad esempio l'attesissimo Gran Turismo 7 e l'altrettanto desiderato Hogwarts Legacy sono già stati rimandati al 2022. Altri titoli come God Of War: Ragnarok e Horizon: Forbidden West inizialmente annunciati per il 2021 invece rimangono tutt'ora senza una finestra di lancio definitiva, quindi con una buona possibilità di posticipo al prossimo anno. Tra le prossime uscite confermate abbiamo invece il rivoluzionario Ratchet & Clank: Rift Apart, probabilmente il primo vero titolo di nuova generazione, che sfrutta la velocità del SSD e le funzionalità offerte dal controller Dualsense. Ad agosto invece, sempre tra le esclusive Playstation Studios, ci attende (seppur con qualche dubbio sull'effettiva qualità complessiva) l'originale Kena: Bridge of the Spirits. Ricordiamoci inoltre che nel prossimo mese Sony probabilmente organizzerà uno State Of Play per annunciare nuovi videogiochi, definire le date di lancio di quelli già presentati e sorprenderci con nuovi trailer e video di gameplay.

Durante l'estate arriverà anche l'atteso supporto allo slot di espansione della memoria interna con SSD M.2. Così potremo finalmente aggiungere spazio d'archiviazione alla nostra Playstation 5, senza rinunciare alla velocità del SSD. Sony sta inoltre aggiornando l'hardware dei propri server per migliorare il livello tecnico di Playstation Now, portando la risoluzione ai tanto richiesti 1080p. Parlando di periferiche ed accessori Sony ha annunciato anche il nuovo Playstation VR con dei controller decisamente più moderni e simili alla concorrenza. Potrebbe essere in arrivo anche il Back Button ufficiale per il controller Dualsense, grazie al quale si potrebbero aggiungere ulteriori tasti nella parte posteriore del pad.

Insomma, siamo appena agli inizi di questa promettente generazione di videogiochi. Nonostante il periodo d'incertezza dovuto alla pandemia, siamo sicuri che Sony riuscirà a riprendere in mano la situazione e definire una tabella di marcia per l'uscita delle proprie esclusive, periferiche ed accessori, garantendo al più presto possibile la disponibilità effettiva della console per tutti. Nel prossimo mese ci aspettiamo grandi annunci e conferme, quindi continuate a seguirci sulle nostre pagine per ricevere tutte le notizie riguardo al brillante futuro di Playstation 5.