Le notizie più importanti della settimana

Torna l'appuntamento con le notizie più importanti della settimana, che partono dagli ultimi rumor su GTA 6 e arrivano alle foto equivoche per God of War: Ragnarok.

RUBRICA di Tommaso Pugliese   —   03/07/2022
2

Quali sono le notizie più importanti della settimana che sta per concludersi? Gli argomenti caldi ruotano senz'altro attorno agli ultimi leak di GTA 6, raccolti in un enorme documento che dice proprio tutto sul gioco, e alla questione God of War: Ragnarok, con il rinvio dell'annuncio della data di uscita e tutti i disagi (soprattutto mentali) che la cosa ha provocato.

C'è tuttavia stato spazio anche per il Nintendo Direct, per il sorprendente Isonzo (lo sparatutto ambientato sul fronte italiano della prima guerra mondiale), per gli aggiornamenti sul controllo qualità di Cyberpunk 2077, per le polemiche legate a Return to Monkey Island e finanche per la prima foto reale di PlayStation VR2, il visore per la realtà virtuale disegnato per PS5.

GTA 6, l'enorme leak che rivela tutto sul gioco

Grand Theft Auto, un artwork ufficiale
Grand Theft Auto, un artwork ufficiale

L'appuntamento con i rumor su Grand Theft Auto 6 è più o meno una costante, del resto parliamo di uno dei brand più popolari in assoluto in ambito videoludico ed è dunque normale che se ne parli, anche se spesso a sproposito. In questo caso però le dimensioni contano, e così ha fatto scalpore l'enorme leak di GTA 6 che rivela tutto sul gioco.

L'autore del gigantesco documento ha sottolineato che si tratta fondamentalmente di una raccolta di informazioni, ma parliamo davvero dell'equivalente di un romanzo in cui vengono descritti nel dettaglio la storia (finale incluso!), i personaggi, le ambientazioni e persino i comprimari e i veicoli che troveremo nel nuovo capitolo della serie targata Rockstar Games.

Ah, naturalmente il leak rivela anche il periodo in cui dovrebbe avvenire il reveal ufficiale di GTA 6, fissato a questa estate, nonché la possibile finestra di lancio su PC, PS5 e Xbox Series X|S (sì, sarà un'esclusiva next-gen), ovverosia l'autunno del 2024. Quante di queste informazioni verranno confermate? Speriamo di poterlo scoprire a breve.

Nintendo Direct Mini

NieR: Automata: The End of YoRHa Edition, un primo piano di 2B
NieR: Automata: The End of YoRHa Edition, un primo piano di 2B

Annunciato lunedì, il Nintendo Direct Mini di giugno si è rivelato un evento piuttosto interessante, con diversi giochi annunciati e importanti novità: dal corposo approfondimento su Monster Hunter Rise: Sunbreak all'ufficializzazione di NieR: Automata per Nintendo Switch, dall'ultimo trailer del già citato Return to Monkey Island alla conferma della data di uscita di Mario + Rabbids: Sparks of Hope.

Non solo: è stato annunciato l'arrivo di Persona 5 Royal, Persona 4: Golden e Persona 3 Portable su Switch, il lancio a sorpresa di Portal: Collezione da Compagnia, la disponibilità della demo gratuita di Live A Live, un nuovo sguardo al controverso Sonic Frontiers e infine una lunga carrellata di produzioni più o meno rilevanti.

Isonzo e le sue grandi battaglie

Isonzo, alcuni soldati in azione
Isonzo, alcuni soldati in azione

Lo sparatutto bellico di Blackmill Games ambientato sul fronte italiano della prima guerra mondiale torna a sorprendere, generando un grande riscontro sulle pagine di Multiplayer.it. Lo spettacolare video di Isonzo con le Dolomiti ha infatti catturato l'attenzione di migliaia di utenti, che a quanto pare seguono con interesse lo sviluppo del gioco e, si spera, lo premieranno al lancio.

Nel trailer è possibile osservare le iconiche Tre Cime di Lavaredo, apparentemente ricostruite in maniera molto fedele, forse tramite il ricorso alla fotogrammetria, così come gli altri scenari che troveremo nella campagna di Isonzo, mentre saremo impegnati a combattere le truppe austroungariche all'interno di alcune fra le più celebri battaglie di quel conflitto.

God of War: Ragnarok, fra data di uscita e foto di peni

God of War: Ragnarok, Atreus e Kratos
God of War: Ragnarok, Atreus e Kratos

Giovedì scorso sarebbe dovuto arrivare l'atteso trailer o State of Play con la data di uscita di God of War: Ragnarok, ma a quanto pare si è verificato un non meglio specificato imprevisto e Santa Monica Studio ha avuto bisogno di tempo extra per organizzare al meglio il reveal. Dunque l'annuncio con la data di uscita di Ragnarok è stato rinviato, e diversi utenti non l'hanno presa benissimo.

Alcuni si sono limitati a imprecare e polemizzare, determinando l'intervento di Cory Barlog, director di God of War, che ha chiesto un po' di pazienza e di comprensione. Per tutta risposta, alcuni giocatori hanno inviato foto di peni agli sviluppatori del team in un improbabile tentativo di estorcergli la data, causando a quel punto una sfuriata memorabile dello stesso Barlog e una reazione dell'intera comunità videoludica a sostegno dello studio.

Cyberpunk 2077, risponde l'azienda di QA accusata dei bug

Cyberpunk 2077, uno scontro a fuoco
Cyberpunk 2077, uno scontro a fuoco

Alcuni giorni fa abbiamo riportato le accuse mosse a un'azienda di QA che sarebbe responsabile dei tanti bug di Cyberpunk 2077 in quanto si dice abbia mentito a CD Projekt RED sull'entità dei problemi e sulla sua stessa capacità di rilevarli perché gli sviluppatori potessero risolverli prima del lancio del gioco, che come sappiamo è stato caratterizzato da un'abbondanza di glitch più o meno gravi.

Ebbene, l'azienda di QA ha risposto alle accuse rivelando la verità sul suo ruolo nell'ambito dello sviluppo di Cyberpunk 2077 e spiegando che in genere i grandi team non si rivolgono a un'unica consulenza per quanto concerne il controllo qualità, disponendo inoltre di risorse interne a tale scopo. Inoltre il grado di impegno della compagnia in questione è stato adattato sulla base delle esigenze di CD Projekt RED.

The Day Before paga in visibilità

The Day Before, un'orda di zombie
The Day Before, un'orda di zombie

Fntastic, il team autore dell'atteso MMO a base di zombie The Day Before, cerca collaboratori che lavorino gratis: una politica controversa, ma che lo studio ha difeso a spada tratta quando la notizia ha fatto il giro del mondo, generando inevitabilmente un bel po' di polemiche. Pare infatti che questa scelta sia in linea con i valori aziendali, che puntano in particolar modo sul concetto di volontariato.

In pratica tutti i collaboratori di Fntastic sono volontari, con la differenza che quelli che lavorano a tempo pieno vengono pagati, mentre chi contribuisce part-time viene ricompensato in altro modo, ad esempio con prodotti "cool", certificati di partecipazione, codici per il gioco e ovviamente un'abbondante dose di visibilità.

Return to Monkey Island, l'esclusiva console e le polemiche

Return to Monkey Island, i personaggi dell'avventura
Return to Monkey Island, i personaggi dell'avventura

Return to Monkey Island sarà un'esclusiva temporale per Nintendo Switch, almeno su console: lo hanno annunciato gli autori con il nuovo trailer del gameplay mostrato nel corso dell'ultimo Nintendo Direct Mini, ma non è stato questo dettaglio a determinare le polemiche che hanno coinvolto l'atteso ritorno della leggendaria serie adventure.

È successo infatti che molti utenti non hanno apprezzato lo stile grafico del nuovo capitolo e hanno pensato bene di farlo presente in maniera molto aggressiva, al punto che Ron Gilbert ha dichiarato che non commenterà più il gioco. "La gente sta diventando semplicemente meschina e mi sono trovato a dover cancellare degli attacchi personali", ha spiegato l'autore. Per fortuna possiamo mandargli un po' di affetto con questa piccola petizione.

Diablo Immortal e i 540.000 dollari per potenziare al massimo un personaggio

Diablo Immortal, uno dei tanti boss presnenti nella campagna
Diablo Immortal, uno dei tanti boss presnenti nella campagna

Secondo una stima, servono 540.000 dollari per potenziare al massimo un personaggio di Diablo Immortal. Per fortuna arrivare a questi assurdi estremi non è minimamente necessario per godere dell'esperienza del mobile game di Blizzard, come abbiamo spiegato in maniera esaustiva nella recensione di Diablo Immortal: il gioco mette a disposizione l'intera campagna gratis e le microtransazioni incidono unicamente sulle modalità PvP che si manifestano durante l'endgame.

Ciò significa che sì, il sistema di monetizzazione disegnato per l'occasione e soprattutto la mancanza di limitazioni non rappresentano assolutamente un modello sano anche nell'ambito delle produzioni free-to-play, ma considerando ciò che ormai da anni accade su mobile vi sorprenderà sapere che in realtà Diablo Immortal è molto più permissivo ed elastico in termini di paywall rispetto a tanti altri titoli, oltre a vantare una qualità tecnica e artistica decisamente superiore alla media.

Le prime immagini di Everywhere

Everywhere, un artwork del gioco
Everywhere, un artwork del gioco

Sembra siano spuntate in rete le prime immagini di Everywhere, il misterioso progetto sviluppato dall'ex Rockstar Games Leslie Benzie di cui finora, in concreto, non si era visto davvero nulla a parte entusiastici report basati su voci tutt'altro che confermate. Per dire, spesso il gioco è stato indicato come un possibile rivale di GTA, il che sulla carta appare improbabile per ovvi motivi.

Ad ogni modo, gli scatti mostrano uno stile grafico piuttosto colorato e cartoonesco, vicino dunque a esperienze come Fortnite piuttosto che al realismo esasperato di Grand Theft Auto, ma pare che anche questo approccio non sia definitivo e dunque soggetto a eventuali modifiche nel corso di uno sviluppo che non sappiamo ancora quanto durerà, né dove effettivamente ci porterà.

PlayStation VR2 nella prima foto reale

PlayStation VR2
PlayStation VR2

Per il momento non sembra esserci un grandissimo entusiasmo nei confronti del nuovo visore per la realtà virtuale di PS5, ma quando è apparsa sui social la prima foto reale di PlayStation VR2 la curiosità ha preso il sopravvento. Peraltro gli autori dello scatto, il team di sviluppo Bit Planet Games, erano all'apparenza convinti di poterla pubblicare senza violare alcun NDA. Spoiler: si sbagliavano.

Il design di PlayStation VR2 era già noto, ma l'immagine reale conferma la compattezza del dispositivo, che sembra più piccolo del modello precedente e riprende naturalmente lo stile di PlayStation 5 con la sua alternanza di bianco e nero, esteso ai due controller. Nella foto anche il sottile cavo USB-C che servirà per collegare il visore alla console.