Le notizie più importanti della settimana

Torna il nostro recap con le notizie più importanti della settimana, che stavolta vede trionfare gli ultimi aggiornamenti sulla serie televisiva di Fallout.

RUBRICA di Tommaso Pugliese   —   31/07/2022
10

Quali sono state le notizie più importanti della settimana che sta per concludersi? Insospettabilmente, l'argomento che è andato più forte è legato alla serie televisiva di Fallout, con la prima immagine "trafugata" dell'iconica Armatura Atomica, ma ha fatto parecchio discutere (inevitabilmente!) l'aumento di prezzo di Amazon Prime.

Si muove qualcosa sul fronte di Assassin's Creed Valhalla, con un aggiornamento enorme all'orizzonte, mentre circolano delle voci sulla possibile data di uscita di Hogwarts Legacy, che ormai dovrebbe essere annunciata a breve.

E poi ancora l'update di PS5 con il supporto ai 1440p, le vendite aggiornate della console next-gen Sony e le immancabili curiosità su Stray, a quanto pare più apprezzato di God of War su Steam: ci avreste mai scommesso?

Fallout, prima immagine per l'Armatura Atomica della serie TV

Fallout 4, l'Armatura Atomica T-60
Fallout 4, l'Armatura Atomica T-60

Saprete di certo che Fallout sta per diventare una serie televisiva, peraltro con uno staff davvero promettente, e che alcuni giorni fa è stata pubblicata la prima foto ufficiale per celebrare l'inizio delle riprese. Era dunque inevitabile che proprio dal set dello show arrivasse un'altra foto, stavolta ben poco ufficiale: la prima immagine dell'Armatura Atomica.

Nel corso della saga prodotta da Bethesda abbiamo potuto ammirare diversi modelli dell'iconica armatura, dunque è stato interessante scoprire che gli autori della serie televisiva hanno puntato sulla T-60, una versione piuttosto grossa e massiccia della Power Armor ma anche la più apprezzata dai fan. Si tratta infatti del modello che ha fatto il proprio debutto in Fallout 4.

Dicevamo però dello staff: la serie di Fallout, attualmente in lavorazione presso gli Amazon Studios, potrà contare sul talento di Jonathan Nolan in veste sia di produttore che di regista per i primi episodi, mentre nel ruolo di showrunner troveremo Geneva Robertson-Dworet e Graham Wagner, che hanno garantito una trasposizione assolutamente folle.

Amazon Prime e l'aumento di prezzo

The Boys
The Boys

Difficile bollare Amazon Prime e, in generale, il colosso dell'e-commerce come argomento "off topic" rispetto ai videogiochi, vista l'assoluta rilevanza che la piattaforma può vantare in tutto il mondo e il fatto che includa anche la sezione Gaming, che ogni mese regala nuovi giochi agli utenti PC. Non sorprende dunque che la notizia dell'aumento di prezzo di Amazon Prime sia stata fra le più lette dell'ultima settimana.

Il prezzo della sottoscrizione annuale a Prime passerà da 36€ a 49,90€ a partire dal dal 15 settembre: una differenza non da poco, parliamo in effetti del 39% in più, ma che appare giustificata a causa dei vari costi legati a questo tipo di servizio, vedi ad esempio il forte rincaro dei carburanti ma non solo. Considerando tutto ciò che è incluso nell'abbonamento, ad ogni modo, la cifra rimane ragionevole, specie laddove si ragioni in termini di catalogo streaming.

Un aggiornamento enorme per Assassin's Creed Valhalla

Assassin's Creed Valhalla: The Forgotten Saga, artwork ufficiale
Assassin's Creed Valhalla: The Forgotten Saga, artwork ufficiale

Ci siamo quasi: si parla di un aggiornamento enorme in arrivo per Assassin's Creed Valhalla e nei giorni scorsi Ubisoft si è lasciata sfuggire (diciamo così) la data di uscita dell'attesa modalità roguelike The Forgotten Saga, dunque tutto torna e fra pochi giorni potremo cimentarci con questa nuova esperienza gratuita, che ci rimetterà nei panni di Odino per affrontare una sfida mai così difficile, con tanto di morte permanente.

A catalizzare l'attenzione dei tantissimi fan della serie è tuttavia non soltanto l'imminente update, quanto piuttosto il generale movimento che si percepisce attorno al brand, fra il chiacchierato rinvio di Assassin's Creed Rift e il fatto che fra poche settimane, a settembre, scopriremo quale sarà il futuro della serie con la probabile presentazione di Assassin's Creed Infinity.

Hogwarts Legacy, data di uscita rivelata?

Hogwarts Legacy, un mago in sella alla sua scopa
Hogwarts Legacy, un mago in sella alla sua scopa

Hogwarts Legacy non ha ancora una data di uscita ufficiale e la cosa preoccupa, più che altro perché stiamo assistendo a una quantità enorme di rinvii e si teme che la cosa possa riguardare anche l'atteso action RPG basato sul Wizarding World di J.K. Rowling. È per questo che la notizia della data di uscita di Hogwarts Legacy, forse svelata dal libro ufficiale, ha fatto drizzare molte orecchie e qualche altra estremità.

Il volume in questione, che raccoglierà una gran quantità di materiali legati allo sviluppo del gioco, dovrebbe arrivare nei negozi il prossimo 6 dicembre ed è questa la data che gli utenti immaginano caratterizzerà anche il lancio del titolo realizzato da Avalanche Software. Quale che sia la verità, i tempi sono decisamente maturi per un annuncio da qui alla Gamescom 2022: staremo a vedere.

PS5, nuovo firmware e supporto ai 1440p

PS5
PS5

Sony sta per rendere disponibile un nuovo firmware beta per PS5 che aggiunge il supporto ai 1440p, nonché la possibilità di creare liste personalizzate dei giochi per organizzare meglio la propria dashboard. Parliamo tuttavia di un aggiornamento in versione beta, come detto, e pare non verrà pubblicato in Italia se non nella build definitiva, che non sappiamo ancora quando arriverà.

Ad ogni modo si tratta di un update importante, che andrà finalmente a colmare una mancanza tecnica che potremmo definire storica per PlayStation 5, risolvendo i problemi di tutti quegli utenti che dispongono di un monitor con risoluzione 1440p. Peccato solo che al momento tale feature escluda la compatibilità con il VRR, ma si tratta di un inconveniente che potrebbe essere sistemato in corsa.

Stray batte God of War su Steam

Stray, il gatto e uno degli affascinanti scenari del gioco
Stray, il gatto e uno degli affascinanti scenari del gioco

Lunedì scorso una notizia ha fatto parecchio discutere i lettori di Multiplayer.it: Stray ha battuto God of War su Steam, diventando il gioco con la media voto più alta del 2022 sulla piattaforma digitale Valve. Un risultato ovviamente eclatante per la deliziosa avventura "felina" di BlueTwelve Studio, che si è fatta davvero voler bene e ha incassato manifestazioni d'affetto come questa.

Dopodiché è chiaro che ci troviamo di fronte a prodotti molto diversi e ben poco comparabili, ma gli ottimi voti ottenuti da Stray e il grande entusiasmo che ha circondato il gioco al lancio siamo sicuri si tradurranno in numeri solidi, da cui Annapurna potrà partire per mettere in cantiere un eventuale sequel che possa essere più ambizioso sotto tutti gli aspetti.

PS5, vendite a quota 21,7 milioni di unità

PS5 standard e Digital Edition
PS5 standard e Digital Edition

La settimana che sta per concludersi è stata anche quella dei report finanziari, con Sony che ha aggiornato i dati relativi alle vendite di PS5, pari a 21,7 milioni di unità, annunciando però contestualmente una diminuzione dei profitti del 37%: un calo tutt'altro che marginale, a quanto pare dovuto a un aumento dei costi produttivi e a una flessione delle vendite software.

Dalla stessa notizia arrivano due ulteriori informazioni interessanti: la prima è che le vendite di PS4 sono rimaste ferme a 117 milioni di unità e abbiamo scoperto oggi che Sony non ritoccherà quel dato, che possiamo dunque acquisire come definitivo per l'ex ammiraglia; la seconda è che gli abbonati a PlayStation Plus sono lievemente diminuiti per il secondo trimestre di fila.

Meta Quest 2, prezzo aumentato di 100 euro

Meta Quest 2, un misterioso utente sperimenta la strizzata di capezzolo virtuale
Meta Quest 2, un misterioso utente sperimenta la strizzata di capezzolo virtuale

Non c'è niente da fare, i rincari fanno sempre discutere e quello di Meta Quest 2, il cui prezzo aumenterà di 100 euro da agosto 2022, ha generato parecchie polemiche. Se infatti è vero che il visore stand alone prodotto dalla ex Facebook ha effettivamente sdoganato la realtà virtuale con i suoi 14,8 milioni di unità vendute, appare inspiegabile la volontà di frenarne il successo con una mossa del genere.

Dal mese prossimo vedremo insomma il modello da 128 GB passare da 349€ a 449,99€, mentre quello da 256 GB passerà da 449€ a 549,99€. Basterà il contentino della copia gratuita di Beat Saber a impedire un sostanziale rallentamento delle vendite del dispositivo? Lo scopriremo nel corso dei prossimi mesi, ma abbiamo più di una perplessità al riguardo.

The Last of Us Parte 1, Naughty Dog difende il remake

The Last of Us Parte 1, l'artwork ufficiale con Ellie
The Last of Us Parte 1, l'artwork ufficiale con Ellie

Ricorderete senz'altro le polemiche nate dopo la diffusione di alcuni materiali trafugati di The Last of Us Parte 1, che sembravano evidenziare animazioni riciclate e altre soluzioni "conservative" per l'ormai imminente remake, che tuttavia Naughty Dog ha voluto difendere a spada tratta per bocca di Johathan Benainous, senior environment texture artist del gioco.

Secondo lo sviluppatore non c'è davvero confronto fra l'originale The Last of Us per PS3 e la nuova edizione per PS5, non solo sul piano tecnico ma anche in termini di gameplay: un aspetto di cui chiunque non potrà fare a meno di accorgersi, controller alla mano. La mancanza di azioni come l'accovacciarsi, ha spiegato Benainous, è dovuta alle problematiche che avrebbero determinato rispetto al design originale.

Sony ha intenzione di acquisire Square Enix?

Final Fantasy 16, uno dei progetti più importanti in cantiere per Square Enix
Final Fantasy 16, uno dei progetti più importanti in cantiere per Square Enix

Si è discusso spesso della possibilità che Sony potesse acquisire Square Enix, e il rumor è tornato in voga nei giorni scorsi, quando a parlarne è stato il co-fondatore di Eidos Montreal, Stephane D'Astous. Con una condizione molto specifica, a suo dire: l'eventuale acquisto si focalizzerebbe sulla divisione giapponese del publisher.

"Ho sentito voci sul fatto che Sony fosse davvero interessata a Square Enix Tokyo, ma non al resto del publisher", ha detto D'Astous, alimentando ancora una volta la discussione. Del resto della componente occidentale dell'azienda non è rimasto poi molto dopo l'acquisizione di Crystal Dynamics, Eidos Montreal e le loro IP da parte di Embracer Group. Voi che ne dite, si-può-fare?